La Liguria è stata la seconda Regione più cara d’Italia in termini di aumento del costo della vita a seguito dello scoppio della guerra in Ucraina con un’inflazione tendenziale registrata a marzo del +7,1, che se confermata significa un rincaro annuo di 1.592 euro per una famiglia media, di 2.627 per una famiglia di 4 persone.

Solo in Trentino Alto Adige si è osservata un’inflazione più alta (+7,6), a seguire sul ‘podio’ la Valle d’Aosta (+6,2).

Lo rileva la classifica stilata dall’Unione nazionale consumatori analizzando i dati Istat sull’andamento dell’inflazione nelle Regioni e nei capoluoghi con più di 150 mila abitanti.

Al secondo posto delle città italiane più care c’è Genova, dove il rialzo dei prezzi del 7,1% a marzo determina un incremento di spesa pari a 1.723 euro per una famiglia media, di 2.758 euro per una di 4 persone. Solo a Bolzano con un’inflazione tendenziale pari a +7,8% va peggio per i consumatori.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.