La prospettiva di una stretta accelerata di politica monetaria da parte della Federal Reserve e la guerra in Ucraina continuano a condizionare i mercati finanziari e le principali borse europee hanno chiuso in rosso, tranne Madrid. Francoforte segna – 2,37%, Londra -0,94%, Parigi-2,73%, Milano -2,05, Madrid resta sullo 0%.

Lo spread Btp/Bund si è attestato su 168 punti (+2,84%)

A Piazza Affari forti cali di Interpump (-5,69%), Pirelli (-5,41%), Nexi (-5,33%), Cnh (-5,04%), Stellantis (-4,45%). In rialzo Atlantia (+2,45%) sulla scia delle indiscrezioni di un interesse di Florentino Perez, presidente di Acs e del Real Madrid, per il gruppo italiano. Bene anche le utility, con Italgas +2,02%, Snam +1,86%, Hera +1,03%.

Sul mercato dei cambi, l’euro nei confronti del dollaro vale 1,0906 (da 1,0913) e viene scambiato con lo yen a 134,98 (135,08), mentre il rapporto dollaro/yen è a 123,76 (122,53).

In calo il prezzo del petrolio: il future maggio sul Wti cede lo 0,6% a 101,30 dollari al barile, mentre la consegna giugno sul Brent scivola dell’1,8% a 104,68. -1,4% a 107 euro per megawattora il prezzo del gas naturale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.