Seduta di leggero ribasso per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha concluso in calo dello 0,29% a 24.805 punti. Il Ftse Italia All-Share finale segna -0,18% a 27.113,64.

A frenare il listino principale le vendite sulle utility: in rosso in particolare Hera (-1,86%), Terna (-2,31%) e Snam (-3,25%). Rally di Saipem, balzata dell’11,8% grazie alla trimestrale oltre le previsioni e alla conferma della guidance sul 2022 annunciata un mese fa al mercato. Bene anche Pirelli (+2,63%) grazie al buon andamento dell’automotive.

Mercati azionari europei generalmente in rialzo, tranne Londra che ha concluso di fatto invariata rispetto a ieri: Parigi è stata la Borsa migliore della giornata con un aumento dell’1,3%, mentre Francoforte ha concluso in crescita dell’1%.

Petrolio in rialzo dell’1,25% a Londra a 108,15 dollari al barile per il Brent giugno e dell’1,6% a New York a 103,83 dollari per l’analoga consegna del Wti.

Nei cambi l’euro torna sotto la quota di 1,09 dollari che aveva recuperato in avvio di giornata: la moneta unica europea vale 1,0856 dollari, sostanzialmente in linea con gli 1,0860 della chiusura di ieri. La stretta di politica monetaria in vista sostiene comunque la divisa europea contro lo yen, portandola a 139,43 yen da 138,40 ieri.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha chiuso a 165 punti base (+0,31%). Il rendimento è a +2,57%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.