Liguria presente in questi giorni alla Bit di Milano (10-12 aprile) con 27 operatori del settore, in uno stand espositivo di 260 metri quadrati.

«Finalmente la Bit, storica fiera del turismo, torna in presenza e questo è un importante segnale di ritorno alla normalità – dichiara l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino – Regione Liguria è pronta, i nostri operatori hanno da subito manifestato la loro volontà di partecipare coordinati da Agenzia in Liguria, per proporre al meglio ai buyer internazionali le tante opportunità di ospitalità che la nostra regione può offrire ai turisti di tutto il mondo. Vogliamo ritornare ai risultati registrati nelle stagioni prima del Covid, già il secondo semestre del 2021 ha dato risultati positivi per quanto riguarda le presenze di turisti tedeschi, svizzeri olandesi e belgi cresciute notevolmente anche rispetto allo stesso semestre del 2019. Le prenotazioni del periodo Pasquale fanno ben sperare visti gli arrivi previsti di ospiti provenienti non solo dalle nazioni geograficamente più vicine a noi come Francia, Svizzera e Germania ma anche nuovamente dagli Stati Uniti».

A fianco a quello dell’Agenzia regionale per il Turismo, presente in fiera anche il Comune di Genova con un proprio stand di oltre 35 metri quadrati. Una mission che Comune e Agenzia in Liguria promuovono congiuntamente per comunicare Genova e la Liguria come destinazioni turistiche internazionali e all season, apprezzate da turisti e viaggiatori di tutto il mondo.

«La Bit è una delle principali vetrine internazionali per la promozione turistica e rappresenta anche un’ottima occasione per stabilire contatti con i tour operator e valorizzare la destinazione Genova – spiega l’assessore comunale al Turismo e Marketing territoriale Laura Gaggero – Oggi abbiamo partecipato a due importanti appuntamenti. Siamo stati ospiti della città di Anversa al Travel Open Village Evolution (TOVE), che si è svolto all’Hotel Meliá, per un focus sul turismo culturale con particolare riferimento alla Genova barocca, i cui appuntamenti di spicco sono promossi dall’associazione tour operator Visit Flanders. Abbiamo presentato le mostre di Palazzo Ducale, tra cui la rassegna su Rubens in occasione del quarto centenario della pubblicazione ad Anversa del volume “Palazzi di Genova”, ma anche le mostre di Monet, Pratt e il Superbarocco, senza dimenticare il Paganini Genova Festival, la più importante rassegna al mondo dedicata a Niccolò Paganini. A seguire all’interno della BIT abbiamo presentato l’offerta turistica genovese dei prossimi mesi, a partire da Euroflora che aprirà prossimamente, da Ocean Race, che farà tappa finale a Genova promuovendo lo sport sostenibile, a Genova Jeans».

Il Comune ha dato anche alcune anticipazioni sulla campagna che partirà a maggio e che punterà sul turismo esperienziale declinato in diverse tipologie di offerte, tra cui il food&wine, che verranno omaggiate con il city pass a chi si ferma in città per almeno tre notti. Non sono mancati i riferimenti al turismo outdoor, all’edutainment e all’enogastronomia.

Nel corso della rassegna, ci sarà spazio anche per incontri one-to-one con la stampa di Milano (trade e consumer), in calendario oggi.

La Liguria, come confermano i dati degli ultimi 12 mesi, si propone già forte di un incremento notevole: il 2021 ha chiuso con 11 milioni e 781 mila presenze turistiche, con dati che hanno superato quelli del 2019, ultimo anno prima della pandemia Covid. Merito soprattutto del turismo di prossimità. Il dato ligure, peraltro, è confermato indirettamente con i numeri del più recente barometro United Nations World Tourism Organization, che a gennaio 2022 segnala un +54% per l’Europa Mediterranea, una delle regioni che ha recuperato di più. Mentre nel mondo il ritorno degli arrivi internazionali ai livelli pre- pandemici è previsto solo per il 2024.

Per quanto riguarda la Bit, il tema di quest’anno è “Innovazione sostenibile”, filo conduttore per le cinque macroaree del format 2022: Hot Topics, Sustainability Food Travel, Travel Tech e Travel Lab. Per rispondere alle diverse esigenze degli operatori, la manifestazione sarà declinata in tre aree, caratterizzate da temi chiave per il turismo: Leisure, MICE, BeTech. Si potrà contare su un programma di hosting che porterà a Milano buyer altamente profilati da Europa (41%), e Nord America (15%), oltre che da Centro e Sud America, Medio Oriente e Africa, in rappresentanza di tutte le tipologie più rilevanti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.