La collaborazione tra l’Ufficio Politiche Sociali del Comune di Albenga e il Centro per l’Impiego (ente regionale) continua. Da dicembre, ogni venerdì sul sito istituzionale del Comune, cliccando sul menù a tendina, utilità e spazio per il lavoro, viene aggiornato l’elenco delle offerte di lavoro.

Sono stati inoltre strutturati due gruppi operativi in sinergia con il Centro per l’impiego: uno composto dalle assistenti sociali del Comune e l’altro dalle assistenti sociali del Distretto Albenganese.

I due uffici dialogheranno e opereranno in sinergia per riuscire a dare una risposta ancor più efficace a tutti quei cittadini che, in difficoltà, sono alla ricerca di un’occupazione.

Afferma l’assessore alle politiche sociali Marta Gaia: «Lunedì si è svolto il terzo incontro con gli operatori del Centro per l’impiego di Albenga. Questa collaborazione permette di costruire una progettualità per gli utenti del sociale. Avremo due tipi di percorso e di collaborazione. Uno riguarderà il collocamento mirato di persone con disabilità o invalidità e per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza con i relativi Progetti Utili alla Collettività (PUC), e uno volto a veicolare al Centro per l’Impiego i cittadini che, in particolari difficoltà economiche, si rivolgono ai servizi sociali chiedendo, di fatto, informazioni e opportunità anche lavorative. In questo modo riusciremo a dare maggiori informazioni agli utenti, creando una vera e propria rete in grado di mettere in contatto le varie realtà e agire in maniera ancora più efficace».

«Spesso – conclude Gaia – le persone si rivolgono al sociale non solo per chiedere un aiuto economico immediato, ma una opportunità di lavoro in grado di dare loro una stabilità. Attraverso questo progetto le assistenti sociali del Comune segnalano le persone in cerca di lavoro ai dipendenti del Centro per l’Impiego, che, attraverso approfonditi colloqui, valutano le attitudini del singolo e cercano la tipologia di lavoro a loro più adatta. Colgo l’occasione per segnalare come siano molteplici le proposte di lavoro pervenute dal contesto turistico-ricettivo e ristorativo, proposte che, spesso, purtroppo, non trovano risposte».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.