Nei giorni scorsi è arrivata all’amministrazione comunale di Varazze la rinuncia da parte dell’aggiudicatario, ma non ancora concessionario, del bando di assegnazione della concessione demaniale del fabbricato demaniale “Ex Invidia”.

Dopo l’avvio dell’iter di decadenza dell’assegnazione del bando intrapreso dal Comune di Varazze, motivato dal non concretizzarsi del ritiro effettivo della concessione, si è così giunti alla rinuncia degli aggiudicatari.

Nella nota trasmessa dalla società Invidia srls agli uffici comunali si legge, tra le motivazioni di rinuncia, le difficoltà emerse dall’insorgere dall’emergenza pandemica, con tutte le conseguenze derivanti, unitamente all’aumento dei costi dei materiali e della manodopera necessari all’investimento sull’immobile.

Il sindaco Luigi Pierfederici spiega: «Sicuramente è una battuta d’arresto che non scoraggia l’Amministrazione nella volontà di riqualificare l’immobile. Comprendiamo le difficoltà emerse negli ultimi due anni dovute all’incertezza finanziaria che ha scoraggiato gli investimenti necessari ad intervenire sull’immobile trattandosi, nello specifico, di un piano economico di circa 1 milione di euro sicuramente visto al rialzo con i noti aumenti di materiali e manodopera legati a vari bonus edilizi. Così come sono da considerare le difficoltà legate ai vincoli progettuali ed eventualmente esecutivi imposti dalle autorizzazioni del paesaggio che hanno portato ad una ulteriore dilatazione dei termini. Il momento storico non ha favorito gli imprenditori aggiudicatari che comunque, in collaborazione con l’Amministrazione, hanno cercato sino alla fine la strada che potesse consentire loro il ritiro della concessione e l’avvio dei lavori».

L’avvio della procedura di decadenza dell’aggiudicazione era però ormai doverosa, secondo il sindaco, «per sbloccare una situazione che non si poteva più procrastinare visto l’importanza del compendio immobiliare per l’immagine, la storia e la vocazione turistica della nostra Città».

L’assessore al demanio e vicesindaco Filippo Piacentini aggiunge: «Una delle strade percorribili sarà quindi quella dell’espletamento di una nuova gara di aggiudicazione traendo sicuramente insegnamento dall’iter passato al fine di attirare nuovi investitori che possano così riqualificare l’immobile definitivamente. L’Amministrazione sta lavorando con gli uffici per essere pronti già a breve con un nuovo bando concordato anche con la Agenzia del demanio e Regione».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.