Questa mattina la giunta del Comune della Spezia, su proposta dell’assessore Kristopher Casati, ha approvato il nuovo Piano di classificazione acustica.

«La Spezia Green è una visione del futuro della Città che riguarda l’ambiente a 360 gradi e che vuole combattere l’inquinamento su tutti i livelli, anche quello acustico − dichiara il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini − l’inquinamento acustico ha delle concause che in questi anni abbiamo studiato e affrontato con grande serietà in discontinuità con il passato: erano infatti decenni che si rimandava l’argomento, mentre la cittadinanza ne sentiva fortemente l’esigenza. Con questa proposta di delibera al consiglio comunale si creerà una mappatura del territorio per l’inquinamento acustico e si interverrà a livello mirato sulle varie zone: il metodo sarà infatti fondamentale per dare risposte ai cittadini. Ringrazio per il lavoro svolto l’Assessore Casati e tutti gli uffici competenti del Comune della Spezia».

«Finalmente abbiamo approvato il nuovo Piano di classificazione acustica, un documento di programma importante che la città aspettava dal 1999 − spiega l’assessore Casati − un vero e proprio piano di azione con l’obiettivo di limitare la rumorosità ambientale e mappare le aree del territorio comunale per fasce di rumore consentito. Uno strumento prezioso che ci permetterà di soddisfare sia esigenze di sviluppo produttivo e di mobilità urbana che esigenze di quiete, tanto richiesta dai cittadini, perseguendo sempre il principio dello sviluppo sostenibile ambientale che ci ha accompagnato in ogni scelta. Un occhio di riguardo nella stesura del piano per la tutela di tutti i siti sensibili come per esempio le scuole, l’ospedale, le aree residenziali prospicenti, la viabilità comunale e il centro cittadino interessato dalla movida. Una volta approvato l’intero iter burocratico, adotteremo il piano di classificazione acustica e provvederemo ad avviare piani di contenimento del rumore programmando puntuali interventi di risanamento acustico per le zone critiche, garantendo così una migliore qualità di vita. Finalmente, grazie alla nostra amministrazione, si segna un passo in avanti in un tema così sentito dalla città. Avevamo promesso di affrontare e sistemare questa tematica e l’abbiamo fatto. Abbiamo fissato gli obiettivi di uno sviluppo sostenibile del territorio, nel rispetto della compatibilità acustica delle diverse previsioni di destinazione d’uso dello stesso, ci sarà un periodo di osservazioni da parte di tutti i cittadini e degli stakeholder e dopo un confronto che sarà sicuramente proficuo, verrà adottato il piano di risanamento acustico aspettato da troppi anni».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.