Proseguono a pieno regime i lavori per la riqualificazione urbana che riguardano l’ambito territoriale del levante della Spezia, Canaletto, Fossamastra e Pagliari.

«Dopo oltre vent’anni un’area completamente abbandonata sarà finalmente restituita al quartiere del Canaletto e non solo – dichiara il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – l’area verrà trasformata parte in un parcheggio e parte in area verde, e collegherà in un unico passeggio viale San Bartolomeo alla Biblioteca Beghi e all’area dell’ex Fitram, andando a trasformare così una zona finora preclusa alla cittadinanza in una completamente vivibile a servizio di tutti, residenti, lavoratori, studenti. L’inaugurazione della nuova area del Canaletto è prevista per la primavera del 2022».

Una serie di interventi strutturali e di riconversione per offrire nuovo decoro e maggiori funzioni ai quartieri del Levante cittadino da tempo trascurati. Per esempio il recupero e la riconversione funzionale della Palazzina Ex Tarros in viale San Bartolomeo che non solo diventerà un centro aggregativo, ma riqualificherà il quartiere a seguito anche di sistemazioni esterne che renderanno più bella la zona. E ancora, il nuovo parcheggio di Pagliari che consentirà ai residenti e alle molte maestranze che lavorano nei numerosi cantieri navali, di trovare agevolmente un posteggio e quindi liberare viale San Bartolomeo. Ma anche la nuova area camper i cui lavori sono iniziati.

In questo contesto proseguono, come da programma, i lavori per il recupero dell’area ex Malco nel quartiere del Canaletto dove sarà realizzato un parcheggio e un’area verde a servizio del quartiere. Uno spazio di circa 3800 mq rimasto in completo abbandono per circa 20 anni anche in considerazione delle difficoltà da parte di operatori privati a procedere alla bonifica. Dagli anni Cinquanta in poi si sono svolte attività commerciali e artigianali riguardanti la lavorazione e il riciclaggio dei materiali ferrosi e di risulta della cantieristica navale.

Dopo aver terminato le complesse operazioni di bonifica, nel corso delle quali sono stati raccolti e smaltiti rifiuti di varia origine, tra cui un significativo accumulo di bombole di gas, sono iniziati i lavori del nuovo parcheggio con la preliminare realizzazione della regimazione delle acque, la posa delle condotte di convogliamento e la predisposizione degli impianti interrati. Si è quindi passati alle demolizioni dei muri perimetrali.

Il progetto prevede la demolizione del muro di confine su viale San Bartolomeo. La realizzazione di fognature e condotte per la regimazione delle acque meteoriche all’interno dell’area, la realizzazione di un nuovo e moderno impianto di illuminazione pubblica sia all’interno dell’area di parcheggio sia per la porzione di area a verde e dei percorsi pedonali. Saranno poi collocati nuovi arredi e essenze arboree per l’area verde realizzando, di fatto, un  piccolo parco  per la sosta dei cittadini. Infine particolare cura sarà dedicata alle opere di finitura nel tratto di marciapiede tra il nuovo parcheggio Via del canaletto, recentemente riqualificato, anche con l’obiettivo di valorizzare le attività commerciali della zona.

I lavori, per un importo di 1 milione e 250 mila euro, termineranno nella prossima primavera.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.