Riunione operativa con Anas, Autostrade per l’Italia e il ministero dei Trasporti per la Regione Liguria per capire come agire sulla frana della statale 35 dei Giovi a Ronco Scrivia.

L’assessore alle Infrastrutture e Protezione civile Giacomo Giampedrone chiarisce: «Non appena il movimento franoso che lunedì ha causato la chiusura della statale 35 dei Giovi a Ronco Scrivia si fermerà, partiranno le operazioni di ripristino e messa in sicurezza del fronte, con l’obiettivo di riaprire al più presto a senso unico alternato. Successivamente si procederà a una messa in sicurezza più completa e strutturale per riaprire la strada a doppio senso. Nel mentre, ci siamo attivati con il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili per ottenere la gratuita sul tratto Busalla-Ronco Scrivia della A7, in entrambe le direzioni».

L’autostrada resta l’unica alternativa, per ora.

«Abbiamo chiesto che, come già avvenuto lo scorso anno relativamente a una analoga situazione, questo tratto fosse reso gratuito. Allo stesso tempo il Comune di Ronco Scrivia ha richiesto alla Città metropolitana di Genova una deroga per far transitare i mezzi del trasporto pubblico proprio sulla A7 e garantire così i collegamenti. Per quanto riguarda gli interventi sulla frana Anas ha svolto tutte le verifiche necessarie e al momento siamo in attesa che il movimento, ancora in atto, si arresti. La speranza è di poter avviare il cantiere all’inizio della prossima settimana e avviare una attività di manutenzione consolidata per raggiungere la messa in sicurezza della strada».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.