Si concluderà entro l’estate il primo lotto dei lavori di Protezione Civile a Framura per aumentare la resilienza del territorio, proteggere le abitazioni e gli stabilimenti balneari.

Lo ha comunicato l’assessore regionale alla Protezione civile e Difesa del Suolo Giacomo Giampedrone oggi a Framura in località Fornaci, nel corso del sopralluogo effettuato insieme al sindaco Andrea Da Passano ai lavori di realizzazione delle due dighe, un intervento che fa seguito ai finanziamenti erogati a causa del maltempo che ha colpito l’area nel 2018.

Il valore di questi lavori è di 2,5 milioni di euro. Le opere finanziate dalla Regione Liguria al Comune di Framura, attraverso i fondi di Protezione Civile, per un ammontare complessivo di 5 milioni di euro, prevedono: per il primo lotto interventi di difesa costiera e dell’abitato di Fornaci, attraverso la stabilizzazione delle spiagge tramite opere di contenimento laterale e ripascimento strutturale, mentre per il secondo l’abbattimento di un ponte vetusto e il rifacimento dell’argine del torrente Castagnola, a protezione della abitazioni e delle attività commerciali della zona.

«Il sopralluogo di questa mattina – spiega l’assessore regionale Giacomo Giampedrone – è servito a verificare lo stato di avanzamento dei lavori per un intervento molto importante, che cuba 5 milioni di euro per la messa in sicurezza e l’aumento della resilienza sulle nostre coste. I lavori stanno procedendo molto bene a testimonianza dell’ottima collaborazione tra la Protezione civile e gli Enti territoriali; non era facile arrivare ad aprire il cantiere che è destinato non solo a ripristinare i danni della mareggiata del 2018, ma anche ad aumentare la capacità di resilienza del nostro territorio. È su questo che abbiamo lavorato in questi anni, investendo 300 milioni di euro su tutto il territorio costiero della Liguria».

«Il primo lotto di opere – spiega il sindaco di Framura Andrea Da Passano – è stato finanziato con 2,5 milioni di euro per la realizzazione di due dighe lungo tutto il litorale di Framura e Deiva Marina e di un ripascimento strutturale a terra, nell’ottica dell’aumento della capacità di resilienza e di protezione delle abitazioni e degli stabilimenti balneari.Il primo lotto sarà pronto entro l’estate a cui seguirà un secondo lotto di lavori a monte con l’abbattimento del vecchio ponte e il rifacimento delle sponde a salvaguardia dell’abitato di Fornaci».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.