A Palazzo Bianco, sede del Comune di Chiavari, si è svolto ieri pomeriggio un incontro tra il consigliere delegato al ciclo delle acque e Ato, Paolo Garibaldi, il presidente del consiglio comunale, Antonio Segalerba, e i tecnici Iren per affrontare alcune criticità relative all’acquedotto, segnatale dai cittadini in diverse zone di Chiavari.

«Nelle ultime settimane – spiega Paolo Garibaldi – il Comune ha ricevuto molte chiamate e segnalazioni in merito a disservizi o problematiche che si sono susseguite sulla rete dell’acquedotto, soprattutto in due zone della città. Per questo motivo ci siamo prontamente attivati per incontrare Iren e ottenere informazioni a riguardo. A Ri Alto, anche alla vigilia delle festività, si sono verificate più volte interruzioni dell’erogazione dell’acqua potabile, durate anche diverse ore, che hanno causato disagi a molte famiglie. Iren è intervenuta a più riprese per provvedere alla risoluzione del guasto dovuto a un’interferenza con la linea Enel, che ha causato il blocco del sistema, assicurandoci il corretto funzionamento dell’acquedotto».

Inoltre, riferisce il consigliere, «Gli abitanti di Località Case Sparse di Caperana, ma non solo, hanno richiesto la verifica dei livelli di cloro presenti nell’acqua potabile. I tecnici hanno provveduto alle analisi dei campioni per verificare la conformità dei parametri. Dai dati risulta che il cloro presente, necessario per la sanificazione e l’igienizzazione dell’acqua di questa zona, rientra nei valori previsti dalla legge (il DL. 31/01 definisce come valore consigliato 0,2 mg/l, in quest’area della città il valore medio degli ultimi sei mesi è di 0,14 mg/l). Continueremo a lavorare in sinergia con Iren – annuncia Garibaldi – che ringraziamo per la collaborazione, per fornire risposte ai nostri concittadini».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.