Borse europee in calo, frenate dal timore che oltre alle strette sui tassi annunciate dalla Federal Reserve le autorità preparino altre misure per raffreddare l’aumento dei prezzi al consumo negli Usa. Il Cac 40 di Parigi segna -0,81%, il Dax 40 di Francoforte -0,93%, il Ftse 100 di Londra -0,28%, il Ftse Mib di Milano -1,08%. Lo spred Btp/Bund si attesta sui 135 punti (+0,21%)

A Piazza Affari, brilla Leonardo (+1,9%), che ieri ha annunciato di avere siglato un contratto da 346 milioni di euro per la fornitura di elicotteri AW169M LUH  destinati al ministero della Difesa austriaco. Il rialzo del prezzo del greggio ha sostenuto i titoli del comparto petrolifero, con Tenaris +1,99%, seguita da Eni +1,04%. In netto calo Ferrari (-3,87%), Moncler (-3,63%), Iveco (-3,43%).

Sul mercato dei cambi, l’euro passa di mano a 1,1420 dollari (1,147 in avvio e 1,1469 ieri in chiusura) e a 130,002 yen (130,52 e 130,812) e il dollaro vale 113,834 yen (113,77 e 114,053).

Per quanto riguarda il petrolio, il contratto consegna marzo sul Brent del Mare del Nord sale dello 0,89% a 85,22 dollari al barile e quello consegna febbraio sul Wti dell’1,04% a 82,97 dollari al barile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.