La Borsa di Milano apre in calo. Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,89% a 27.597 punti. Tra i titoli che stanno guadagnando ci sono Leonardo (+2,92%), Atlantia (+0,96%) e Unicredit (+0,78%), perdono Moncler (-1,73%) ed Hera (-1,67%)

Apertura in ribasso per le principali borse europee. Parigi -0,95% a 7.132 punti, Londra -0,52% a 7.524 punti, Francoforte -0,64% a 15.929 punti.

Le Borse asiatiche concludono la seduta in calo con i timori per le prossime mosse della Fed sui tassi d’interesse e l’andamento al rialzo dell’inflazione. Tra gli investitori si guarda anche all’andamento dei contagi di Omicron con le eventuali misure di contenimento e gli effetti sulla ripresa economica. Tokyo archivia la settimana in calo dell’1,28%.

Sul fronte macroeconomico in arrivo il Pil di Germania e Regno Unito, l’inflazione di Francia e Spagna e la bilancia commerciale dell’Eurozona. Prevista anche la produzione industriale della Gran Bretagna e degli Stati Uniti. Dagli Usa in arrivo la fiducia dei consumatori, le vendite al dettaglio e le scorte delle imprese.

Avvio di giornata poco mosso per le quotazioni del petrolio.
Il greggio Wti guadagna lo 0,1% a 82,16 dollari al barile.
In positivo anche il Brent che avanza dello 0,30% a 84,72 dollari al barile.

Nei cambi euro poco mosso sul dollaro in avvio di giornata. La moneta unica europea è a quota 1,1466 sul dollaro. L’euro scende nei confronti della yen a 130,49.

Lo spread tra Btp italiano e corrispondente Bund tedesco è in lieve aumento a 135 punti base. Il rendimento è a +1,23%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.