Genova ha un nuovo percorso fitness realizzato nelle aree del Porto Antico. Un segno di attenzione per tutti i visitatori dell’area come primo evento di un anno speciale. Riqualificata nel 1992 in occasione delle celebrazioni colombiane grazie a un progetto firmato da Renzo Piano destinato a fare scuola a livello internazionale, l’area festeggia quest’anno trent’anni di riapertura alla città.

Il presidente Mauro Ferrando spiega: «Abbiamo voluto riqualificare e valorizzare questi spazi inutilizzati della nostra magnifica area per renderli aderenti alla realtà di Porto Antico, sempre di più scelta dai runner per allenarsi nel cuore della città. Da oggi gli sportivi potranno contare sia su una palestra attrezzata all’aperto, sia su un nuovo percorso running, che si sviluppa in uno scenario unico, lontano dal traffico e a contatto col nostro mare. Un’ulteriore dimostrazione del fatto che lo sport è nel Dna di Genova, che ospiterà nel 2023 l’arrivo dell’Ocean Race e nel 2024 sarà Capitale Europea dello Sport. Invito pertanto tutti gli sportivi a utilizzare questi percorsi, condividendo l’esperienza sui nostri canali social #portoanticodigenova».

“Allenati al Porto Antico”, il nuovo percorso fitness, si sviluppa ad anello, per la parte running, nell’intera area del Porto Antico, passando nei punti più scenografici. Parte dal Mandraccio per toccare gli estremi, i Magazzini del Cotone e l’Acquario, con tre diverse lunghezze, 900 metri per i Magazzini del Cotone, il Miglio (1,61 km) e i 3 km, segnalati con una grafica orizzontale, rispettivamente gialla, rossa e azzurra. Vicino all’area giochi è stata allestita una palestra all’aperto con il posizionamento di sei attrezzi: barre parallele, tripla barra bassa, panca inclinata, postazione trazioni alta, postazione lat pulldown per i dorsali e una postazione per gli addominali. A completare il percorso due aree, contrassegnate da scritte a terra, per la ginnastica a corpo libero, la prima in testa alla banchina dei Magazzini del Cotone, rivolta verso l’ingresso del porto e la lanterna, e la seconda vicino alla piscina. Oltre alla segnaletica a terra, una mappa bifacciale del percorso, posizionata tra l’area fitness e l’area giochi, indica le postazioni per l’allenamento.

Negli anni l’area ha registrato una frequentazione sempre più assidua di runner, di sportivi professionisti e di persone che anche saltuariamente dedicano parte del loro tempo libero allo star bene e ha ospitato importanti manifestazioni, dal Giro d’Italia alla Mezza Maratona, dal Marina Militare Nastro Rosa Tour all’Ocean Race Europe. Uno degli appuntamenti più amati dal pubblico, è proprio la Festa dello Sport che ogni anno coinvolge migliaia e migliaia di giovanissimi, incoraggiandoli a provare decine e decine di discipline.  La prossima, la diciottesima, è in programma dal 20 al 22 maggio, e trasformerà, come di consueto, le aree del Porto Antico in un grande villaggio sportivo.

«Nel 30° anniversario del Porto Antico implementare l’offerta dei servizi con un’area attrezzata, un percorso fitness, uno spazio sportivo mi sembra una scelta non solo appropriata, ma doverosa in questo periodo in cui lo sport outdoor sta vivendo una nuova primavera a causa dell’emergenza sanitaria – ha dichiarato l’assessore regionale allo Sport Simona Ferro – questa nuova attività a disposizione gratuita di turisti e cittadini assume un ruolo strategico importante in un momento come questo in cui la peste suina mette a repentaglio le attività outdoor praticate nel nostro entroterra».

«La situazione pandemica e le normative anti Covid ci hanno portato a rivalutare l’importanza degli spazi aperti, la loro fruibilità anche in chiave sportiva – spiega l’assessore al Centro storico Paola Bordilli – come Comune abbiamo sostenuto le attività sportive che scegliessero di occupare spazi per la pratica di sport in modo da poter offrire un servizio in più e soprattutto in totale sicurezza. Sport e salute sono un binomio irrinunciabile che a tutte le età può e deve essere garantito. L’iniziativa della Porto Antico, in un’area importante anche per il sestiere del Molo e per tutto il centro storico, va proprio nella direzione intrapresa ovvero quella di rendere sempre più spazi disponibili alle associazioni e gruppi sportivi, che svolgono un ruolo fondamentale nella promozione anche di stili di vita consapevoli, e in generale a chi voglia fare sport, a pochi passi dalla propria abitazione o dal proprio posto di lavoro, all’aperto, in ogni stagione dell’anno e con vista mare».

«Il Porto Antico – ha sottolineato il presidente del Coni Liguria Antonio Micillo – con questa nuova iniziativa si afferma sempre di più come il quartiere pulsante della città, il luogo preferito da genovesi e turisti. Per noi sportivi il Porto Antico vuol dire sport all’aperto grazie ai suoi spazi e alle sue infrastrutture. Con queste ulteriori realizzazioni si è data risposta alle moderne esigenze di tutti coloro che desiderano svolgere una sana e corretta attività in un ambiente immerso in una cornice scenografica di rara bellezza, a due passi dal centro cittadino».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.