Voucher e formazione per le Pmi: il Distretto ligure delle tecnologie marine presenta un progetto insieme a partner internazionali per ottenere fondi dal programma comunitario Cosme.

Entra nel vivo la collaborazione delle realtà italiane e francesi prevista nell’accordo sottoscritto il 29 settembre alla Spezia, nella cornice di SeaFuture: il memorandum of understanding finalizzato a rafforzare l’internazionalizzazione e la competitività delle imprese, oltre che a incentivare scambi e partnership in un mercato sempre più senza confini.

L’occasione per promuovere iniziative a favore delle Pmi potrebbe arrivare dal programma europeo Cosme: il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine, insieme a Camera di Commercio Riviere di Liguria e alle strutture di supporto all’innovazione Toulon Var Technologies (Tvt Innovation e Pôle Mer Méditerranée, Camera di Commercio e dell’Industria del Var, regione del Sud della Francia) ha di recente presentato un progetto comune per ottenere una tranche di finanziamenti ed è attualmente in attesa dell’esito della procedura.

Cosme: creato dall’Unione Europea le piccole e medie imprese, definite nei documenti comunitari “la spina dorsale dell’economia europea”, promuove l’imprenditoria e l’ambiente in cui operano le Pmi – da cui, secondo la Commissione, deriva l’85% dei nuovi posti di lavoro dei 27 -, per consentire a queste di espandersi e realizzare le proprie potenzialità nell’economia globale.

Quattro le azioni in cui si articola: migliorare l’accesso ai finanziamenti ed ai mercati, migliorare le condizioni quadro per la competitività ed incoraggiare l’imprenditorialità.

Cosme, acronimo di Competitiveness of enterprises and Small and Medium-sized Enterprises, è stato istituito nel dicembre 2013 e sostituisce il programma quadro per la competitività e l’innovazione (Cip).

La vocazione internazionale del memorandum, che avrà una durata iniziale di due anni, in occasione di questo primo step si allarga con il coinvolgimento di altre realtà italiane ed estere: il progetto “Single Market Programme”, che prevede una collaborazione fra cluster e vede il Dltm come capofila, è stato condiviso oltre che dai partner firmatari, anche dai cluster De Blauwe (Oostende, Belgio), Navigo (Viareggio), Croatian Defens Industry Competitiveness – Hkkoi (Prelog, Croazia). Un team di alto livello che mette a sistema realtà del mondo industriale duale e della Blue Economy.

In caso di accoglimento, i fondi saranno erogati sotto forma di voucher alle Pmi dei paesi rappresentati in questo team di alto livello, per investimenti sulla digitalizzazione e sull’internazionalizzazione, oltre a sovvenzionare occasioni formative formativi sulle stesse tematiche.

Sarà, quindi, questa l’occasione per le imprese, di svilupparsi in sintonia con gli obiettivi obiettivi fissati dall’Ue e dal Pnrr, con un forte accento sulla transizione ecologica.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.