L’Università di Genova è sesta in Italia (su 33) e al 54° posto nel mondo (su 956) per sostenibilità secondo la UI GreenMetric World University Rankings, una classifica che dal 2010 Universitas Indonesia pubblica, con cadenza annuale, ideata per incrementare la consapevolezza delle università nei confronti dei temi legati alla sostenibilità ambientale su scala nazionale, europea e mondiale.

Nell’elaborazione dei punteggi finali sono considerati: l’impatto energetico degli edifici e delle infrastrutture, il livello di raccolta differenziata, il risparmio e il riciclo dell’acqua, le forme di trasporto degli studenti e i piani di formazione in tema ambientale.

I dati sono raccolti con un questionario online; ogni risposta data sull’impatto ambientale dell’ateneo deve essere comprovata da documenti che ne attestino l’effettiva sostenibilità. Successivamente, i revisori di UI GreenMetric convalidano le risposte sulla base delle prove fornite. L’Università di Genova ha partecipato alla raccolta dati per l’elaborazione dell’edizione 2021 di UI GreenMetric World University Rankings non solo con il Campus di Savona e i Giardini Botanici di Villa Hanbury, come per la precedente edizione della classifica, ma con tutte le sedi dell’Ateneo, da Ventimiglia a La Spezia.

Gli atenei recensiti da UI GreenMetric vengono valutati in base al loro impegno e alle loro azioni in questo ambito. Nel dettaglio, gli indicatori utilizzati per compilare la UI GreenMetric World University Rankings 2021 per gli atenei italiani vedono UniGe al primo posto per “Setting and infrastructure” e quarta per “Energy and climate change”.

Ottima valutazione per l’Università di Genova anche nell’ambito della formazione alla sostenibilità, grazie ai corsi erogati, ai finanziamenti e alle pubblicazioni scientifiche relative a progetti di sostenibilità ambientale.

«Questo prestigioso risultato premia gli sforzi che l’Università di Genova sta compiendo verso la sostenibilità – dichiara la prorettrice alla Sostenibilità Adriana Del Borghi. – I ranking internazionali non sono importanti solo a livello di classifica finale, che comunque ci gratifica, ma anche perché stimolano a considerare gli aspetti legati alla sostenibilità in maniera sistematica e continua. Ringrazio il gruppo di lavoro UniGeSostenibile che ha condotto l’analisi su tutte le sedi di UniGe, permettendo l’estensione a tutto il territorio dopo l’esperienza iniziale del Campus di Savona».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.