Anche Antonini Navi entra nel Miglio Blu della Spezia.

Firmata oggi la collaborazione. L’obiettivo del protocollo è quello di creare un nuovo distretto produttivo dedicato alla nautica di rilevanza internazionale, a partire dalla vocazione storica e dalla forte leadership della città nel settore della nautica da diporto. In poco più di un miglio marino, in un’area compresa tra il Molo Pagliari e il Muggiano alla Spezia, sono concentrate le maggiori eccellenze della nautica mondiali. In questa zona producono yacht e mega yacht i più prestigiosi brand della cantieristica da diporto: Cantieri Sanlorenzo Yacht, Cantieri Riva – Ferretti Group, Cantieri Baglietto – Baglietto Yachts, Fincantieri ma anche Perini Navi, Cantieri Navali La Spezia e Navale Michelini.

«Accolgo con grande piacere – dichiara l’assessore Genziana Giacomelli – l’adesione di Antonini Navi al Protocollo del Miglio Blu, un gruppo che fa capo a un imprenditore del nostro territorio e gestito ancora con quella “cultura familiare” che lo contraddistingue e che ne fa un punto di forza. Si consolida in questo modo il Progetto del Miglio Blu, un progetto che ho sempre sostenuto e portato avanti nella consapevolezza che la nautica rappresenti un grande potenziale della nostra realtà economica che va sostenuto e valorizzato».

Antonini Navi, parte del Gruppo Antonini, ha sede nel cantiere di Pertusola, nel Golfo della Spezia. Acquisito dal fondatore Walter Antonini nel 1977, negli anni si è specializzato nell’assemblaggio di grandi strutture e quindi nella la costruzione di progetti di notevoli dimensioni. Grazie a questa fortunata combinazione è seguita una crescita industriale rapida e importante. Oggi è uno degli stabilimenti più importanti che si affacciano sul Golfo di La Spezia con oltre 10.000 mq di aree coperte e all’aperto e spazi per ormeggi di barche fino a 70 metri.

Antonini Navi opera nel settore nautico e nella costruzione di yacht custom con un unico obiettivo: creare imbarcazioni che riflettano la personalità dei loro armatori, le specifiche esigenze degli stessi e il loro modo di vivere il mare. I servizi offerto: costruzione di yacht custom fino a 70 metri di lunghezza in acciaio e alluminio, sino al refitting, al post-vendita, all’ormeggio per superyacht e la produzione per conto terzi.

La Spezia, secondo i dati pubblicati da Unioncamere nel “IX Rapporto sull’Economia del Mare 2021”, si caratterizza per essere la prima Provincia in Italia per incidenza delle imprese dell’Economia del Mare sul totale delle imprese attive (14% nel 2019).

Il progetto del Miglio Blu, nato all’interno del Laboratorio dello sviluppo economico è stato sviluppato con l’elaborazione di un documento di indirizzo strategico e operativo per lo sviluppo futuro del progetto a cui hanno partecipato oltre ai cantieri anche le principali istituzioni del territorio.

Sono stati costituiti nove gruppi di lavoro su tematiche fondamentali per lo sviluppo di un distretto della nautica, quali: il tema delle infrastrutture, la formazione e la creazione di un sistema riconoscibile a livello nazionale e internazionale sfruttando anche il know how esistente. Un progetto che si potrà realizzare anche grazie alla Regione Liguria e al supporto dei cantieri.

Il Miglio Blu – La Spezia per la Nautica, oltre a essere un intervento infrastrutturale volto alla caratterizzazione della tratta stradale, ricompresa tra la nuova Darsena di Fossamastra e il confine con il Comune di Lerici, è prima di tutto una rete che collega tutti gli operatori, un sistema virtuoso di riconoscimento all’interno di un sistema complesso dove coabitano formazione, ricerca e industria. Le attività e gli interventi connessi al Miglio Blu saranno sviluppati anche in ottica inclusiva delle realtà produttive connesse a La Spezia, ma localizzate al di fuori del sopracitato tratto stradale.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.