«Io non credo che l’operazione sia su un binario morto, non necessariamente. Certamente il Fondo interbancario di tutela dei depositi ha uno statuto e i suoi organi sociali non possono andare oltre il limite dello statuto. Di questo a me sembra che si sia preso consapevolezza e che ci sia la disponibilità a vedere come si può fare un’operazione, che è importante per il settore».

Lo ha detto, a proposito dell’offerta di Bper per Carige, il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, a margine della presentazione dell “Ospite illustre”a Torino.

«Questa – ha aggiunto Gros-Pietro – sarebbe non soltanto un’operazione di consolidamento, ma di messa in sicurezza di una banca, dei suoi clienti e dei suoi depositanti attraverso una via diversa dalla liquidazione, che sarebbe molto costosa. E uno dei vincoli è che le operazioni alternative non devono essere più costose della liquidazione».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.