Aggiornato il censimento dell’area rossa di Chiavari, ossia la zona inondabile con tempo di ritorno tra 30 e 50 anni.

L’iniziativa è stata coordinata dall’unità operativa Protezione civile del Comune di Chiavari, nell’ambito dell’accordo di rete siglato con Croce Rossa Italiana relativo ai progetti di servizio civile universale. La banca dati è stata redatta a partire dal 2018 grazie alla collaborazione dei volontari della Croce Rossa Italiana, al supporto degli agenti della Polizia Locale e dei volontari della Croce Verde Chiavarese.

Anche quest’anno, in maniera strutturata, è stata proposta agli abitanti, alle attività economiche e sportive dell’area rossa la compilazione di un apposito questionario utile a identificare la vulnerabilità dell’edificio e il valore esposto. Inoltre, sono state diffuse informazioni e materiali relativi al rischio idrogeologico esistente sul territorio comunale e sulle misure di autoprotezione da attuare durante le allerta meteo e le alluvioni.

«Abbiamo svolto un puntuale servizio di raccolta dati grazie ai questionari diffusi – spiega il consigliere incaricato al servizio di protezione civile, Giorgio Canepa – la partecipazione, non obbligatoria, è stata abbastanza elevata. Quest’anno l’attività sul campo è stata ancor più complessa vista l’emergenza sanitaria e ha visto la necessità di applicare e procedere con protocolli specifici per garantire la sicurezza del personale e delle persone intervistate. Sono 127 le attività economiche, 151 le residenziali e 20 le attività sportive che abbiamo rilevato in più rispetto agli scorsi anni, un risultato positivo che ci permette di tenere monitorate quante più persone possibile. Il lavoro non si ferma qui, proseguiremo a implementare il sistema rendendolo sempre più efficiente, preciso e dettagliato, e continueremo anche a svolgere attività di sensibilizzazione e informazione, in linea anche con l’accordo siglato con Cri relativo ai progetti di servizio civile universale».
La Protezione civile del Comune di Chiavari rimane a disposizione dei cittadini per ulteriori informazioni o necessità ed è possibile contattarla al numero 0185 365426 o alla mail protezionecivile@comune.chiavari.ge.it.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.