Regione Liguria al fianco di Cna nella promozione dei processi di internazionalizzazione delle imprese verso nuovi mercati. Un’azione diversificata, che rientra tra le iniziative del piano annuale di Liguria International, finanziate nell’ambito dell’azione 3.4.1 del Por Fesr Liguria 2014-2020, che mira ad aumentare la competitività delle imprese artigiane liguri in ambito internazionale attraverso la realizzazione di webinar e piattaforme online, anche di accompagnamento alla vendita su canali telematici esteri.

«Aumentare la competitività delle imprese liguri è una delle mission che, come amministrazione regionale, perseguiamo da tempo − afferma l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Liguria Andrea Benveduti − Per accompagnare i nostri artigiani a una domanda aggiuntiva di mercato, abbiamo predisposto interventi mirati ad esibire in tutto il mondo l’eccellenza del nostro saper fare. Con questo piano di internazionalizzazione, Cna Liguria ha dimostrato di aver colto l’efficacia di questa sfida, che ci vedrà protagonisti anche in futuro con nuovi contributi a fondo perduto utili ad assistere le imprese a canalizzare sui mercati digitali i prodotti della nostra regione».

In particolare, Cna Liguria, da settembre 2020 ha organizzato appuntamenti online per aiutare le imprese ad affrontare i mercati esteri con business lab, servizi online per il mercato elettronico e seminari formativi dedicati all’internazionalizzazione. In più, con la collaborazione del “Sistema Turistico Golfo dei Poeti”, ha ideato e realizzato la piattaforma “Gesti e Gusti di Liguria” che parte dalla consapevolezza dell’incremento d’interesse verso le forme di turismo esperienziale e dall’idea di utilizzare questa opportunità per sviluppare azioni di internazionalizzazione delle microimprese liguri. L’accento è stato posto sulle botteghe artigiane e sulle aziende titolari del marchio “Artigiani in Liguria” quali produttori tipici, enogastronomici e di artigianato artistico o manifattura artigianale.

«Cna Liguria svolge da anni una politica di internazionalizzazione per le piccole e medie imprese della Liguria – spiega il presidente di Cna Liguria Massimo Giacchetta – concretizzata attraverso azioni e progetti adatti alla diversa natura, per dimensione e settore, delle aziende. Per le imprese più strutturate, o con la volontà di strutturarsi, in accordo con Promos, sono stati offerti dei percorsi formativi e dell’assistenza fiscale e tecnica per poter competer nei mercati internazionali. Siamo tra le prime associazioni liguri a realizzare tale accordo e, dunque, garantire tali servizi. Per le aziende di produzioni artigianali dell’entroterra abbiamo coniugato la valorizzazione del territorio con la conoscenza e distribuzione, anche all’estero, dei prodotti tipici. In linea anche con le indicazioni promosse dal Laboratorio di turismo esperienziale del corso di Laurea in Scienze del Turismo, realizzato da anni da Cna Liguria in convenzione con l’Università di Genova. Infine, proseguendo l’esperienza pluriennale di collaborazione con la Camera di Commercio di Nizza, sono state aiutate le microimprese liguri del settore alimentare a conoscere e posizionarsi sul mercato francese».

Il risultato del lavoro è strutturato nella forma di un prodotto turistico dove l’esperienza nelle botteghe artigiane è stata messa assieme alle disponibilità di accoglienza e alle possibilità di fare escursioni nel territorio, a piedi o in bicicletta. A seguire è stata predisposta una guida, digitale e stampata, che è stata alla base degli incontri che si sono poi svolti con gli operatori internazionali: sei giornate di workshop, a contatto con tour operator nazionali e internazionali con un’agenda di appuntamenti giornalieri.

«Il progetto presentato oggi è uno degli otto che, come Liguria International, abbiamo gestito con la misura del Por Fesr dedicata al sostegno dell’export attraverso le associazioni di categoria – commenta il presidente Ivan Pitto – I dati attuali dell’export dimostrano il trend di crescita della nostra regione. Quindi ben vengano progetti che uniscono azioni di formazione e sensibilizzazione delle imprese con momenti di presentazione e promozione diretta sui mercati esteri».

Contestualmente, sono state avviate attività di accompagnamento di alcune imprese che hanno avuto modo di presentare i propri prodotti a giugno scorso, nell’elegante cornice dell’Annex Beach di Cannes, al workshop organizzato dalla Camera di Commercio italiana di Nizza, e che saranno inseriti all’interno del marketplace “Mangez Italien”, quale strumento unico per la vendita di prodotti agroalimentari italiani in Francia.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.