Aprirà ad aprile 2022 il parcheggio sotterraneo davanti all’ospedale San Martino. 420 posti auto per il parcheggio interrato su 5 piani per totale di 9.800 metri quadri che sarà sovrastato da una piazza verde di duemila metri quadri con aiuole, alberi ad alto fusto, circoscritta da una rotonda. I lavori verranno ultimati a quattordici anni dal primo appalto. Questa mattina il sopralluogo alla presenza del presidente della Regione Giovanni Toti e del sindaco di Genova Marco Bucci.

In fase di ultimazione i lavori all’ultimo livello della rampa di ingresso in prossimità di salita della Noce, mentre in viale Benedetto XV, dopo l’incrocio con via de Toni, si procede con lo scavo per la realizzazione della rampa di uscita al parcheggio. Completata la struttura al grezzo dell’autorimessa interrata con la posa del quinto solaio di copertura. Il progetto, con un investimento complessivo di circa 13,7 milioni di euro, serve a creare posti auto a rotazione al servizio del Policlinico San Martino, con relativa sistemazione della superficie. Ciò consentirà un più efficiente accesso alla struttura ospedaliera per i pedoni, e agevolerà sosta e fermata per mezzi pubblici e taxi. Saranno mantenuti i due varchi veicolari dell’ospedale.

La planimetria della nuova piazza

Nel parcheggio sono previste due uscite pedonali entrambe servite da ascensori. L’accessibilità veicolare al parcheggio è concepita per essere sempre separata dai flussi di bus, taxi, mezzi di servizio ospedaliero.

Con la consegna delle aree alla società concessionaria Saba Italia spa il 28 giugno 2007, viene dato il primo avvio ai lavori, ma nel corso dell’esecuzione diverse difficoltà dilatarono il tempo contrattuale previsto. Tra le problematiche riscontrate, la presenza di sottoservizi non previsti e il rinvenimento di un canale ipogeo oltre a criticità di tipo strutturale. L’esecuzione dei lavori viene interrotta nel novembre 2012, a seguito di carenze nella qualità esecutiva delle opere strutturali e inizia un contenzioso tra la concessionaria e l’impresa esecutrice, che condusse a una procedura di fallimento. Riavviato dopo una difficile rinegoziazione tra Comune e Concessionaria, il progetto è stato aggiornato, e avviata la gara che ha portato all’affidamento dei nuovi lavori all’attuale azienda I.T.I. Impresa Generale spa.

I lavori attualmente in corso sono stati affidati dalla Concessionaria Saba all’impresa I.T.I. Impresa Generale spa, mentre la direzione lavori è a cura dello studio P.R.D. Paese, Romelli, Damonte ingeneri riuniti di Genova.

«Si è aperto un dibattito riguardo alla viabilità intorno a questo parcheggio, ma è soltanto un’esigenza che mi sembra logica nel cittadino – dice il sindaco Bucci – e che ovviamente sarà rispettata. È stato raggiunto un risultato che solamente quattro anni fa sarebbe sembrato impossibile. Si prevede l’apertura della piazza verso marzo 2022, e l’apertura dei parcheggi ad aprile. I posti saranno a pagamento anche per chi si reca all’ospedale, con le normali tariffe. Sono previsti posti per i residenti, ma la percentuale non è stata ancora stabilita. Se ci sarà maggiore disponibilità ben venga, ma la precedenza va alle esigenze dell’ospedale».

Giovanni Toti e Marco Bucci

Il presidente della Regione Toti aggiunge: «Questa è una delle promesse mantenute a Genova negli ultimi 5 anni. Quando siamo arrivati questo era un profondo buco nero; oggi sta prendendo forma una bellissima piazza. Dopo sette anni di incertezze e appalti non andati, si chiude uno dei brutti capitoli delle amministrazioni di Genova, e speriamo si apra un momento di comodità per chi deve frequentare un ospedale. Con quest’opera si ridisegna un pezzo di città alla pari dei molti interventi di riqualificazione in atto per dare a Genova un aspetto più bello e funzionale. La realizzazione di questo progetto segna un altro tassello di quel modello Genova che sta facendo funzionare la città e tutta la regione».

«Grazie a questa strategica struttura – commenta Salvatore Giuffrida, direttore generale dell’Ospedale Policlinico San Martino – potremo finalmente regolamentare in maniera puntuale gli accessi e la viabilità dell’Ospedale, che da sempre, per assenza di alternative fuori dalla cinta, rappresenta un aspetto critico. Rammentiamo che all’interno del Policlinico stesso è e sarà sempre attivo un continuo servizio di trasporto pubblico gratuito, che consente di raggiungere tutti i padiglioni del complesso ospedaliero».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.