La città come nodo della rete globale per garantire servizi di eccellenza ai cittadini e a tutte le persone che vivono la città per turismo o per lavoro. In questo modo Genova imposta la sua filosofia di sviluppo e la presenta alla Genova Smart Week, la manifestazione dedicata alle città intelligenti promossa dal Comune di Genova e dall’Associazione Genova Smart City con il supporto organizzativo di Clickutility Team in programma dal 29 novembre al 4 dicembre 2021.

La Smart Week di Genova, giunta alla 7^ edizione, è un punto di riferimento territoriale e nazionale per confrontarsi su politiche, tecnologie e infrastrutture per la rigenerazione e lo sviluppo della Città e il benessere dei cittadini presentando best practice di aziende e istituzioni. L’edizione 2021 è caratterizzata da un format ibrido, in presenza e in live streaming, con sessioni in diverse location cittadine, a partire da Palazzo Tursi, sede del Comune.

In occasione della Smart Week, ile il 2 dicembre, si svolgerà anche la 9^ edizione di Move.App Expo, il più importante evento in Italia dedicato all’innovazione tecnologica nel trasporto pubblico su ferro e su gomma (Tpl) e alle politiche per la mobilità di persone e merci

Tante le tematiche in agenda: la città nodo della rete globale; 5G e smart services; il contributo del Pon Metro alla trasformazione delle Smart Cities; la digitalizzazione della società e dell’economia cittadina; rigenerazione urbana e Pnrr; monitoraggio e controllo dell’ambiente e delle infrastrutture; e-health e e-welfare; economia circolare; mobilità smart e micromobilità.

Il programma

Si parte lunedì 29 novembre a Palazzo Tursi con La città nodo della rete globale: atomi, bit e neuroni, sessione di apertura che coinvolgerà il sindaco Marco Bucci, il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, affiancati dalla presidente dell’Associazione Genova Smart City Daniela Ameri e dall’assessore alla Smart City del Comune di Genova Barbara Grosso. La sessione, cui interverrà da remoto Alessandra Todde, viceministro del Ministero dello Sviluppo Economico, vedrà la partecipazione degli stakeholder locali e delle aziende che investono sul territorio. Tra gli altri interverranno: Gabriele Galateri, Presidente dell’Istituto Italiano di Tecnologia. il Prorettore dell’Università degli Studi di Genova, Fabrizio Benente, Sonia Sandei, Vicepresidente Vicario di Confindustria Genova, Paola Girdinio, Presidente di Start 4.0, Enrico Castanini, Amministratore Unico di Liguria Digitale, i rappresentanti delle aziende che stanno portando i cavi dati sottomarini e i datacenter a Genova (Sparkle, Equinix, Retelit), e di RAIway, che sta realizzando l’Internet Exchange di Genova.
Liguria e Genova sono infatti già punto di riferimento nell’ambito delle tecnologie connesse più avanzate. Ne è un esempio il nuovo Data Internet Exchange (GE-DIX) dove convergeranno i dati trasportati dai cavi internazionali sottomarini ad alta velocità, a breve disponibili a Genova. Grazie a GE-DIX sarà possibile sviluppare la digitalizzazione dei servizi ad alto valore aggiunto come il controllo della produzione e distribuzione di energia da fonti elettriche rinnovabili..

Nel pomeriggio, la sessione 5G e smart services offrirà una panoramica delle applicazioni della rete 5G in ambito urbano dove Genova è alla testa delle sperimentazioni e nelle realizzazioni in Italia. Con il progetto Genova 5G, per esempio, grazie alla bassa latenza e all’elevata velocità di trasferimento dati, verranno sperimentate in 4 progetti delle nuove modalità di interazione in tempo reale tra i dispositivi. I casi d’uso saranno, tra gli altri: il monitoraggio delle infrastrutture tramite drone, le informazioni sul manto stradale attraverso un mezzo pubblico connesso in 5G ed equipaggiato di videocamere in alta definizione, il controllo dinamico della segnalazione semaforica.

Martedì 30 novembre, alla mattina, il convegno l contributo del PON METRO alla trasformazione delle Smart Cities illustrerà l’andamento dei progetti finanziati dal PON Metro, il Programma Operativo Nazionale dedicato alle priorità di investimento per le 14 città metropolitane. Dopo i saluti del sindaco Marco Bucci e dell’assessore al bilancio Pietro Piciocchi, saranno presentate le best practice nazionali sui 4 temi cardine del Programma – digitale, efficientamento energetico, mobilità, inclusione sociale – e le prospettive di sviluppo per la programmazione 2021-2027. Con i fondi del Pon Metro, oltre 40 milioni di euro per Genova, il Comune porta avanti 31 progetti per lo sviluppo di nuovi servizi al cittadino la cui strategia sarà illustrata durante il convegno la cui chiusura sarà affidata ad Antonio Decaro, Sindaco, Comune di Bari e Presidente, Anci.

Il Piano Transizione 4.0. indica che il Governo italiano punta alla digitalizzazione dell’economia e della società con un ruolo fondamentale assegnato alle amministrazioni locali. Questo il focus della sessione al pomeriggio, La digitalizzazione della società e dell’economia cittadina, che affronterà la funzione delle tecnologie digitali nell’abilitare nuove attività economiche in città. In particolare si parlerà di alfabetizzazione digitale, del ruolo degli enti locali, di delivery, del cambiamento digitale del commercio al dettaglio; di realtà aumentata nei servizi alle imprese e di turismo digitale.

Mercoledì 1 dicembre sarà dedicato a rigenerazione e rinascita urbana, al PNNR e alla valorizzazione del patrimonio storico-culturale. Tre sessioni per sottolineare l’importanza degli investimenti nella rigenerazione dell’ambiente costruito, fondamentali per migliorare la sostenibilità e la resilienza di aree urbane a rischio con la conseguente rivalutazione del patrimonio abitativo. Dopo i saluti istituzionali dell’assessore Pietro Piciocchi si parlerà del ruolo dei bonus edilizi, delle novità degli incentivi tradizionali, di efficientamento energetico per poi affrontare le strategie dei grandi player e le proposte degli operatori privati, “secondo motore” della filiera dei bonus edilizi, senza tralasciare la posizione delle associazioni di settore.

Nel pomeriggio si proseguirà con un focus sulle politiche e gli investimenti per la rinascita urbana inclusi nel PNRR con una particolare attenzione al ruolo del verde, dello spazio condiviso e della riqualificazione delle periferie e con un focus sui progetti genovesi – Carruggi e I Forti – illustrati, rispettivamente, dall’assessore al Centro storico Paola Bordilli e dall’assessore alle Politiche Culturali Barbara Grosso. Si concluderà con una sessione dedicata al tema del recupero dei quartieri e degli edifici storici e della loro relativa valorizzazione introdotta dall’assessore all’urbanistica e progetti di riqualificazione Simonetta Cenci.

Sempre mercoledì, alla mattina, prenderà l’avvio la 9^ edizione di Move.App Expo organizzato da Columbia Group in collaborazione con AMT Genova con gli Stati generali del TPL, politiche, piani e strategie per il trasporto pubblico nelle aree metropolitane. Al pomeriggio si parlerà di trasformazione energetica nei trasporti; di prospettive dell’utilizzo di gas naturale e di idrogeno per il trasporto pubblico e delle soluzioni oggi disponibili per l’approdo all’elettrico.

Giovedì 2 dicembre, con la sessione Monitoraggio e controllo dell’ambiente urbano e periurbano e delle infrastrutture di mobilità protagonisti progetti e tecnologie per tenere sotto controllo l’ambiente fisico e urbano. Si parlerà di droni e satelliti per il monitoraggio dei territori, delle infrastrutture e del patrimonio culturale; di reti di sensori multispettrali, strumenti con cui realizzare accurate mappe tematiche e con cui estrapolare informazioni a livello territoriale; di piattaforme per la gestione dei controllori remoti; di software, anche di intelligenza artificiale

Al pomeriggio, con il focus sull’economia circolare per la città introdotto dall’assessore all’ambiente, Matteo Campora oltre a parlare di sostenibilità e gestione dei rifiuti, si discuterà di nuove tecnologie per riutilizzare e valorizzare il più possibile materiali e scarti e le risorse naturali rinnovabili per un ritorno alla generazione distribuita di energia in cicli chiusi. Una particolare attenzione sarà dedicata ai depuratori come fonte di energia e sostanze utili e della nuova generazione di combustibili sostenibili.

Seguirà la sessione dedicata ai Servizi digitali per il benessere e la salute: e-health e e-welfare ovvero di teleprevenzione e di telefitness. Nell’ambito della sessione introdotta dal vicensindaco Massimo Nicolò sarà presentata una panoramica di app e device destinati a questo crescente settore di monitoraggio dei parametri vitali in tempo reale. Si parlerà inoltre di privacy dei dati personali, delle prospettive in Italia e dei limiti attuali e futuri della raccolta dati.

In parallelo, nella seconda giornata di Move.App Expo si parlerà di: trasporto rapido di massa nei centri urbani; di sistemi a guida autonoma nel TPL e di cultura e storia dei trasporti in Italia. Si segnala il workshop “Il nodo intermodale del Ponente, dalla nuova stazione RFI al collegamento con monorotaia all’Aeroporto e al parco tecnologico degli Erzelli: il Progetto InGe”.

Venerdì 3 dicembre, ultima giornata di convegni, mobilità elettrica, MaaS e micromobilità al centro della sessione Mobilità smart: nuovi paradigmi della mobilità individuale in città che, introdotta dall’assessore ai trasporti Matteo Campora, analizzerà le soluzioni più sostenibili per la mobilità in Europa per parlare poi di infrastrutture pubbliche di ricarica e di rete di distribuzione e dello stato dell’arte dell’elettrificazione della mobilità individuale in Italia. Non mancheranno approfondimenti sugli incentivi per la trazione elettrica, la ricarica domestica e l’elettrificazione. Nella seconda parte, si parlerà di mobilità come servizio incentrato sul singolo viaggiatore (MaaS). Lo sharing è la componente individuale della MaaS in Italia, per questo le amministrazioni locali, in collaborazione con fornitori di servizi privati, dovranno integrare i diversi servizi di mobilità incentrati sull’itinerario del singolo viaggiatore e aggiornarli in tempo reale. Per dare un quadro completo, si parlerà anche di car sharing, di noleggio, di traffico e parcheggio smart e di infrastrutture per la mobilità leggera o micromobilità.

In parallelo, sarà presentato lo stato di avanzamento del Progetto Europeo « LOSE + » – LOgistica e SicurEzza del trasporto merci- programma transfrontaliero tra Italia e Francia, cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR) nell’ambito della Cooperazione Territoriale Europea (CTE) iniziato il 1° aprile 2019 e che si concluderà a giugno 2022. LOSE + è un progetto multiazione sulla gestione delle merci pericolose in ingresso e uscita dai porti nell’area di cooperazione. La finalità è quella di monitorare in tempo reale il rischio da tale trasporto nelle zone marine in prossimità dalla costa, nelle aree portuali e retro portuali, migliorando quindi la sicurezza del territorio.

COME PARTECIPARE. Tutte le conferenze sono aperte al pubblico sia in presenza che in live streaming garantendo la possibilità di interazione anche dagli spettatori a distanza. Per iscriversi

SMART CITY EXPERIENCE. Anche per l’edizione 2021 le soluzioni della smart city si toccheranno con mano con l’area espositiva in Piazza Matteotti dove venerdì 3 e sabato 4 dicembre sarà possibile provare l’esperienza di un test drive in prima persona. Non solo automobili, ma anche scooter, biciclette e nuovi veicoli leggeri, a disposizione per sperimentare la nuova mobilità sostenibile.

Novità di questa edizione, sempre in piazza Matteotti, la proposta di un calendario di eventi:

  • venerdì 3 dicembre, alle 30, Plastic Free, una raccolta di plastica e mozziconi, su base volontaria, promossa dall’omonima associazione in collaborazione con Amiu e Università di Genova. Alle 17.30 l’esibizione di Chiara Celada accompagnata dal chitarrista Matteo Celada.
  • sabato 4 dicembre, con Ballando alla Genova Smart Week protagoniste le compagnie di ballo genovesi: ore 15.00 – 15.30 Wild Angels Zena Country; ore 16.00 – 16.30 Genova Celeste Tango; ore 17 – 17.30 Swinging Genova

#Chooseyourzena

Fino al 5 dicembre sarà in corso la Challenge fotografica #ChooseYourZena lanciata in occasione di questa VII edizione. Un’occasione per “catturare”, attraverso fotografie e video, i luoghi e i momenti della Genova del futuro. Dal 13 dicembre 2021 al 16 gennaio foto e video vincitori saranno esposti a Palazzo Tursi.

CORNER START UP

In expo a Palazzo Tursi anche le start up innovative in un corner a loro dedicato dove potranno presentarsi agli stakeholder locali e dell’evento, ma anche alla città, mettendo in mostra prototipi, modellini o illustrando la propria idea attraverso una demo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.