Dopo la sosta forzata del 2020 causata dalla pandemia, da venerdì 3 a giovedì 23 dicembre il tradizionale Mercatino di San Nicola torna in piazza Piccapietra, a Genova, ad accendere l’atmosfera natalizia con le sue bancarelle, eventi, incontri, laboratori per bambini e sagre gastronomiche con prodotti liguri, ricette dal mondo e tante occasioni: dalle palline in vetro per addobbare gli alberi ai prodotti enogastronomici tipici del territorio, passando per abiti e accessori, con idee regalo per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Anche quest’anno molte saranno le associazioni che animeranno questo angolo del centro cittadino e devolveranno il ricavato in beneficenza per la realizzazione di progetti e supporto alle loro attività al fianco di chi soffre e di chi ha bisogno di sostegno. Dal 1986, anno di battesimo di questo mercatino natalizio, sono stati devoluti aiuti per circa settecentomila euro. Per l’imminente 32esima edizione i volontari hanno lavorato senza sosta e 80 sono le associazioni che hanno risposto con entusiasmo all’appello lanciato dagli organizzatori. Insieme a loro tanti artigiani e produttori.

Per tutta la durata del Mercatino di San Nicola resterà allestito il piccolo villaggio con stand e postazioni a disposizione delle associazioni, per farsi conoscere e raccogliere i fondi per finanziare progetti e iniziative benefiche. Come tradizione l’intero ricavato dell’evento servirà realizzare due importanti progetti, quest’anno sono stati scelti: Abeo – Associazione Bambini Emopatico e Oncologico e Centro per non subire Violenza. Gli stand saranno aperti dalle 10 alle 20.

«L’edizione di quest’anno – spiega l’assessore al Commercio, Artigianato e Grandi Eventi Paola Bordilli – ha un significato speciale, un attesissimo ritorno del Mercatino in presenza, dopo la parentesi “virtuale” dello scorso anno per le limitazioni del Covid. Il Mercatino è entrato nella tradizione natalizia della nostra città e, grazie alla creatività e alla passione degli organizzatori, riesce sempre a rinnovarsi. Laboratori, eventi, food, tipicità del territorio, artigianato e spettacoli si coniugano, nel pieno dello spirito del Natale, con la solidarietà e la beneficienza animando per oltre due settimane piazza Piccapietra. Anno dopo anno abbiamo lavorato in stretta sinergia con gli organizzatori per valorizzare sempre di più questo importante appuntamento natalizio nello spirito stesso dell’iniziativa fortemente improntata sulla solidarietà e sulla collaborazione reciproca tra enti, associazioni e istituzioni locali».

«Le bancarelle del Mercatino sono uno dei simboli del Natale genovese – dice il presidente del Municipio Centro Est Andrea Carratù – grazie all’impegno di tanti volontari, il Mercatino da oltre trent’anni anima il sestiere di Portoria nel periodo prenatalizio, offrendo alle famiglie genovesi e ai visitatori della nostra città un evento che proietta Genova nelle atmosfere di tante capitali europee rese attrattive proprio dalla presenza dei mercatini natalizi».

«Riuscire a organizzare il Mercatino di San Nicola è sempre più impegnativo e complesso – spiega Marta Cereseto, presidente dell’Associazione dei Volontari del Mercatino – Tutti siamo alle prese con una mole di lavoro sempre crescente e la vita è sempre più stressante ma noi Volontari lavoriamo con impegno per riportare ogni anno, almeno per il periodo di Natale, lo spirito di coesione e di solidarietà che è l’anima stessa del Mercatino. Lo è a maggior ragione quest’anno dopo un lungo periodo di pandemia e lockdown che ci hanno tenuto lontani e che è costato moltissimo alle Associazioni, sia in termini umani che economici. Vogliamo essere di aiuto».

L’inaugurazione ufficiale del Mercatino di San Nicola si terrà, come da tradizione, mercoledì 8 dicembre preceduta dal corteo storico con i figuranti in costume che partirà alle 11 da piazza Matteotti per arrivare a Piccapietra.

Eventi e spettacoli

Quest’anno, in ossequio alle norme anti-Covid19, il tradizionale palcoscenico non sarà allestito ma gli eventi e gli spettacoli organizzati da Maria Pierantoni Giua, in arte Giua, si svolgeranno in una speciale versione “itinerante” che consentirà a tutti di godersi le esibizioni di cantanti e artisti.

Il calendario degli eventi potrebbe subire modifiche tempestivamente segnalate sui canali social e sul sito ufficiale del Mercatino di San Nicola.

Sagre e Street Food

Anche quest’anno il Mercatino di San Nicola offrirà ai visitatori un punto di ristoro coordinato dalla Band degli Orsi e che ogni giorno ospiterà cuochi alternando piatti della tradizione con vere e proprie sagre ed esperienze eno-gastronomiche multietniche provenienti da paesi lontani ma legati da forti tradizioni comuni con l’Italia. Un ricco calendario, sempre all’insegna della beneficenza e della raccolta fondi per i progetti scelti.

Laboratori

Il Mercatino di San Nicola organizzerà diversi laboratori per grandi e piccoli in collaborazione con le Associazioni e gli artigiani che partecipano alla fiera. In apposite postazioni si terranno piccoli corsi e brevi esercitazioni studiate per intrattenere e incuriosire i bambini.

Animali e la stalla del Mercatino di San Nicola

Anche quest’anno un apposito spazio è stato dedicato agli animali “da fattoria”. Un’area aperta a grandi e piccini per scoprire piccoli e grandi animali un tempo comunissimi nelle nostre campagne ed oggi sempre più rari.

Lotteria benefica con le maglie dei giocatori di Genoa, Sampdoria ed Entella

Come ogni anno al Natale solidale contribuiranno anche le squadre di Genoa, Sampdoria ed Entella regalando maglie autografate dai giocatori messe in palio nella lotteria del Mercatino. L’estrazione dei biglietti è prevista il 23 dicembre, alle 18,30, dopo la consegna ufficiale dei fondi raccolti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.