Gestione dei rifiuti e migliori pratiche in ambito di economia circolare regionale al centro della quinta edizione dell’Ecoforum Liguria, in programma mercoledì 10 e giovedì 11 novembre nella sede del Genova Blue District, in via Del Molo 65.

La quinta edizione di Ecoforum Rifiuti Liguria 2021 è organizzata da Legambiente Liguria negli spazi di Genova Blue District con il sostegno del Conai, Consorzio Nazionale Imballaggi e Coop Liguria e il Patrocinio di Regione Liguria.

Sono previsti contributi provenienti dal vertice sul clima di Glasgow, dalle pratiche mediterranee in Libano e Tunisia e dalla comunità locali che stanno scommettendo sull’economia circolare.

«La revisione del piano regionale dei rifiuti rappresenta un’occasione di riflessione per la Liguria, una regione dal territorio complicato e con una logistica problematica − dichiara Federico Borromeo, direttore Legambiente Liguria − Chiudere il ciclo dell’economia circolare sul territorio è un’occasione per andare verso la sostenibilità e creerà opportunità economiche, sociali e posti di lavoro. Dobbiamo partire dalla realizzazione degli impianti per la frazione organica, che da sola rappresenta il 40% dei rifiuti solidi urbani, e spingere i Comuni che non hanno raggiunto il 65% di raccolta a completare l’organizzazione della differenziata. La tariffazione puntuale può rappresentare il punto più avanzato con cui fornire vantaggi economici ai cittadini e imprese virtuose».

Il programma

Mercoledì 10 novembre dalle 10 i lavori si apriranno con un focus sulla gestione dei rifiuti, e dopo i saluti istituzionali dell’assessore all’ambiente Matteo Campora, Santo Grammatico, presidente di Legambiente Liguria introdurrà e modererà la prima sessione su “Lo stato dell’arte della raccolta differenziata in Liguria” con interventi di Andrea Baroni, Regione Liguria, Laura Brambilla, responsabile Comuni Ricicloni, Maurizio Salvo, Responsabile rapporti territorio Conai, Tiziana Cattani, direttrice soci e consumatori Coop Liguria.

A seguire la premiazione dei Comuni Rifiuti Free alla presenza dell’assessore regionale Giacomo Giampedrone del direttore nazionale di Legambiente, Giorgio Zampetti.

Nel pomeriggio dalle 17 tavola rotonda su “Il contributo del nuovo Piano regionale dei rifiuti all’economia circolare, tra cambiamento climatico e pandemia”. Sono stati invitati a partecipare consiglieri capigruppo Regione Liguria, Province liguri, Città metropolitana di Genova, Confindustria, sindacati e enti terzo settore, consorzi di filiera, aziende del settore, Università di Genova.

Giovedì 11 novembre (9-12,45) la mattinata sarà dedicata alle buone pratiche e dopo i saluti dell’assessore allo Sviluppo Economico Francesco Maresca, saranno i giovani del Progetto Youth4Planet a intervenire con l’incontro “Da Glasgow a Genova, il progetto Youth4Planet – Giovani volontari per salvare il pianeta”. Introduce e coordina Alice Micchini vicedirettrice e responsabile Y4P Legambiente Liguria, Mattia Lolli, responsabile volontariato e coordinatore nazionale Y4P, Fedra Gianoglio del Servizio Civile Universale, i volontari del progetto e le classi del liceo classico e linguistico Colombo.

Dalle 10,15 tavola rotonda su “Esperienze mediterranee a confronto nella gestione dei rifiuti organici. Il progetto Clima tra Italia, Libano e Tunisia”. Introduzione ai lavori, Santo Grammatico Presidente Legambiente Liguria. Partecipano: Annalisa Fresia, dirigente Comune di Sestri Levante, Area IV Progettazione Manutenzione Ambiente, Lara Panzani, responsabile area Maghreb per la ong Cospe, Antoine Mouchati, coordinatore progetto Clima per la ong libanese Arcenciel, Dalia Mabrouk, focal point in Tunisia per il progetto Clima-Cospe, Fadhel M’hiri, Direttore dipartimento Trasferimento e innovazione tecnologica di Citet.

Dalle 11,45 alle 12,45 i lavori si concluderanno con l’incontro dedicato a “Economia Circolare di Comunità e riduzione dei rifiuti”. Introduzione di Santo Grammatico, presidente Legambiente Liguria. Partecipano: Lorenzo Barucca, responsabile Economia Circolare di Comunità Legambiente, Luciano Maria Gandini, responsabile Relazione Esterne e Comunicazione Amiu Genova.

Saranno presenti i Reusers del progetto #Refresh di Genova.

Le video storie dell’Ecoforum Tour, che saranno anche trasmesse durante la due giorni di incontri, hanno raccontato:

Imperia, come il Comune ha raggiunto e superato il 65% di raccolta differenziata
Il cestino mangia rifiuti di Coop Liguria che posizionato nei porticcioli raccoglie i rifiuti 24 ore su 24
Il progetto Sfuso Diffuso a Calice Ligure ha l’obiettivo di ridurre la produzione di rifiuti coinvolgendo la comunità locale

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.