La Borsa di Milano ha aperto in leggero calo. L’indice Ftse perde lo -0,24% a quota 27.272 punti, ma recupera, trascinato da Telecom Italia che guadagna il 23,58% dopo l’opa sul 100% delle azioni a a 0,505 euro l’una.  Il fondo americano Kkr ha presentato a Tim una manifestazione d’interesse per un’opa sul 100% delle azioni, a 0,505 euro l’una. In rialzo anche Inwit (+5,35%) e Moncler (+1,59%). In calo Banca Generali (-5,08%) e Mediobanca (-4,59%).

Avvio in ordine sparso sparso per i listini europei mentre permangono i timori di un ritorno ai lockdown dopo quello deciso in Austria, che ha piegato le Borse venerdì. Parigi guadagna lo 0,25% e Francoforte lo 0,18% mentre Londra alle prime battute sale dello 0,33% guardando ai futures americani positivi.

Seduta contrastata sui mercati asiatici per i timori legati alla pandemia in Europa che hanno portato l’Austria in lockdown mentre i mercati temono una politica più restrittive della Fed per contenere l’inflazione. Tokyo è poco mossa (+0,09%).

Quotazioni ancora in ribasso per il petrolio in avvio di settimana: a pesare i timori per la ripresa della pandemia e l’orientamento di Usa e Cina a rilasciare le riserve strategiche per allentare i prezzi. Il greggio Wti di riferimento passa così di mano a 75,82 dollari al barile (75,98 venerdì sera a New York); il Brent cede lo 0,30% a 78,66 dollari al barile.

Nei cambi euro ancora in lieve calo in avvio di settimana. Dopo la netta discesa di venerdì scorso che ha portato la moneta unica a 1,1289 sul dollaro alla chiusura di Wall street, stamani la moneta unica europea passa di mano a 1,1266 sul dollaro. Sullo yen l’euro è in leggerissimo calo a quota 128,72.

Lo spread tra btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto a 118 punti base, sostanzialmente stabile. Il rendimento è a +0,80%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.