La Borsa di Milano apre poco mossa con il primo indice Ftse Mib (-0,09%) a 27.535 punti. Tra i titoli in rialzo il migliore è Generali (+1,47%), dopo i conti. In calo Interpump Group (-3,06%) e Poste Italiane (-2,36%).

Le Borse europee avviano la seduta poco mosse. Dopo aver resistito al dato sull’inflazione negli Stati Uniti, i listini del Vecchio continente cercano di trovare una direzione con i fari puntati sulle banche centrali. Piatte Francoforte (-0,01%), Parigi (-0,09%) e Londra (-0,04%).

Le Borse asiatiche hanno chiuso in rialzo e tirano un sospiro di sollievo dopo che il colosso cinese Evergrande evita ancora una volta il default con il pagamento di tre cedole di altrettanti bond offshore per 148,1 milioni di dollari totali. In rialzo Tokyo (+0,59%), interrompendo la scia negativa di 4 sedute consecutive.

Sul fronte macroeconomico in arrivo dal Regno Unito la stima del Pil del terzo trimestre, la produzione industriale e la bilancia commerciale. Nell’eurozona previsto il Bollettino Economico.

Quotazioni del petrolio poco mosse dopo il netto calo di ieri sulle aspettative di una decisione degli Usa di attingere alle riserve petrolifere per allentare la tensione sui prezzi. Il greggio Wti di riferimento passa di mano a 81,38 dollari al barile; il Brent cede ancora uno 0,6% con un prezzo a 85,62 dollari al barile.

Sul mercato dei cambi sostanzialmente invariato l’euro-dollaro a 1,14693 (-0,09%). L’euro-yen scambia a 130,702 (-0,03%).

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto a 115 punti base per poi risalire a 118. Il rendimento è a +0,91%

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.