Torna Vinitaly in presenza, evento principe dedicato alla produzione enoica italiana, da domenica 17 a martedì 19 ottobre tramite la Special Edition 2021 su invito, che vede la Liguria tra i protagonisti con uno stand interamente realizzato tramite fondi regionali di 48 metri quadrati al Padiglione 6. L’area istituzionale, che valorizza le eccellenze del territorio al claim “Emozioni di Liguria”, è organizzata e gestita da Enoteca Regionale della Liguria in collaborazione con Regione Liguria, Camera di Commercio di Genova e Camera di Commercio Riviere di Liguria.

La tre giorni a Verona, universalmente riconosciuta tra le “Great Wine Capitals” mondiali, metterà a contatto istituzioni, organizzatori, imprese, buyer, tecnici, operatori, media in un ricco programma capace di attivare una rete internazionale e garantire un ulteriore volano al comparto vitivinicolo ligure.

«La Liguria sarà protagonista alla prossima edizione di Vinitaly – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – pronta a tornare in presenza grazie alla campagna di vaccinazione che ci sta consentendo di tornare finalmente alla normalità. Siamo pronti a mettere in mostra le grandi eccellenze, manifesto delle nostre tradizioni e punta di diamante di quello che la regione può offrire. Una striscia di terra capace di produrre vini di qualità e per la Liguria un traino importante sia dal punto di vista turistico che economico».

Mai come quest’anno fiera e digitale crescono insieme con connotazione esclusivamente business: Regione Liguria aderisce alla piattaforma Vinitaly Plus che estende la vetrina della kermesse a tutti i giorni dell’anno raggiungendo un bacino pressoché illimitato di utenti. Di fatto, su Vinitaly Plus tutte le aziende partecipanti alla manifestazione troveranno una vetrina digitale gratuita specificando i propri dati e le relative etichette, gli eventi e le informazioni aziendali per tenere in contatto costantemente produttori e operatori del settore, vale a dire un target di riferimento selezionato e interessato.

«Sono vicino al mondo fieristico, da sempre chiave di volta per veicolare i nostri brand consolidati e i nuovi prodotti sul piano conoscitivo e commerciale, in questa sede in particolare agli stakeholder, ai buyer internazionali, Gdo e Ho.re.ca. – spiega il vice presidente di Regione Liguria con delega all’Agricoltura Alessandro Piana – i vini a Denominazione di Origine e a Indicazione Geografica in Liguria rappresentati nello stand istituzionale e sulla piattaforma digitale dedicata e in aggiornamento, ben 8 Doc e 4 Igt, costituiscono oltre il 70% della produzione complessiva, nell’ultimo anno dell’ordine di 5 milioni di bottiglie su circa 1670 ettari. Altissima qualità, identità marcata e viticoltura eroica si intrecciano, tanto da mostrare un trend positivo per l’enoturismo già dall’estate e conquistare fette crescenti di mercato».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.