Una scogliera soffolta che serve come protezione della costa, ma anche come strumento per promuovere gli sport da onda.

Dopo solo 10 mesi il progetto Goa (Genoa Ocean Agorà – more than surf), lanciato durante l’Hackaton Blue dello scorso novembre al Blue District, è già parte integrante della pianificazione territoriale del Comune di Genova, visto che sono stati trovati i finanziamenti.

Il team Goa, composto da Luca Puce, Massimiliano Omero, Nicolò Di Tullio e Filippo Perata, ha ideato una piazza sportiva in mare: un reef artificiale e un campo sportivo in mare delimitato da boe smart. Non solo surf, ma anche sport acquatici e molto altro, con un supporto logistico a terra.

Lo ha spiegato Claudio Oliva, direttore del Blue District, nel presentare i contenuti del Blue Economy Summit (da domani a sabato, qui il programma).

Le startup avranno un ruolo importante nella kermesse, visto che ci sarà una sessione dedicata loro.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.