«La formula attuale del superbonus 110%, che dovrebbe arrivare sul tavolo del consiglio dei ministri la prossima settimana, prevede una proroga a tutto il 2023 ma solo per i condomini o abitazioni con non meno di quattro unità abitative. Questa sarebbe una discriminazione gravissima per le zone rurali della Liguria, che più di altre hanno bisogno di interventi urgenti».

Lo afferma Aldo Alberto, presidente di Cia Liguria, riferendosi alle nuove disposizioni in materia di Superbonus 110%.

«Forse c’è chi pensa che le case uni/bi familiari siano tutte villette con piscina e spa ma non è così. Nei nostri paesi c’è invece la maggiore necessità di intervento sul patrimonio abitativo. Oltre a commettere un’evidente e ingiusta discriminazione, si rischia di accelerare un processo di abbandono dell’entroterra​ che in questi anni, grazie anche alle tante iniziative delle imprese agricole, abbiamo cercato di invertire».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.