«Sono molte decine gli imputati a quel processo e noi ci stiamo costituendo parte civile contro tutti loro». Lo ha annunciato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, in merito al processo sul crollo di Ponte Morandi, che si è aperto stamattina al Tribunale di Genova con l’udienza preliminare.

«Aspi in quanto persona giuridica – ha precisato il governatore – è in quel processo per la violazione delle norme sul diritto del lavoro e la sicurezza sul posto di lavoro. Tutti gli altri imputati rispondono invece dei reati più gravi. Quindi da questo punto di vista la posizione di Aspi è poco rilevante all’interno di quel processo che invece dovrà dimostrare se le persone fisiche, e non quelle giuridiche, ovvero i dirigenti apicali di quella società o i funzionari del ministero, abbiano compiuto atti tali da essere ritenuti colpevoli».

Sull’ipotesi di un accordo per un maxi-risarcimento da parte di Aspi, Toti ha concluso: «Valuteremo tutto nel momento in cui questo accordo eventualmente prendesse corpo. Bisogna aspettare cosa dirà il Governo».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.