«Il nuovo varco di Ponente, già inserito negli interventi di collegamento al porto della legge Genova, è l’opera che con maggior forza è richiesta dagli operatori portuali per alleggerire i flussi di traffico da e per lo scalo genovese». Lo ha dichiarato l’assessore del Comune di Genova allo Sviluppo economico portuale e logistico Francesco Maresca al termine del tavolo Porto-Città che si è tenuto questa mattina e a cui hanno partecipato i rappresentanti della portualità genovese Spediporto, di Assagenti, dell’Autorità di sistema portuale Mar Ligure Occidentale, della Guardia di Finanza, della polizia locale, dell’Agenzia delle Dogane.

Francesco Maresca

«Ho convocato il tavolo – spiega Maresca – per affrontare le criticità emerse negli ultimi mesi sia sul traffico cittadino sia sui flussi in ingresso alle aree portuali. La necessità di snellire e velocizzare i flussi è ormai evidente, ma per arrivare a una soluzione efficace è indispensabile che ci sia l’impegno fattivo di tutti i soggetti coinvolti. Pertanto, nella prossima riunione apriremo un piano operativo di concertazione in cui gli operatori portuali poteranno una short list con gli interventi ritenuti prioritari e per i quali l’Autorità di sistema portuale darà un cronoprogramma per la realizzazione. Il varco di Ponente, già individuato nel 2019 nel programma straordinario delle opere per lo scalo post crollo del Morandi, ha sicuramente un carattere di urgenza per la velocizzazione dei flussi e per la mitigazione dell’impatto sulla viabilità cittadina».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.