Questa notte la perturbazione “Christian” ha attraversato il genovesato velocemente, senza provocare effetti al suolo. Si fa invece la conta dei danni nel savonese, val Bormida e nell’entroterra genovese, in particolare valle Stura, dove le forti precipitazioni hanno fatto toccare nuovi record: a Rossiglione 740,6 millimetri in 12 ore (vedi qui), il record precedente apparteneva a Bolzaneto (717,8 mm) durante l’alluvione del 1970. A Cairo Montenotte si sono registrati 496 mm in 6 ore. Numerosi anche gli smottamenti e le frane che hanno provocato disagi alla viabilità.

A Ponente il Bormida e il Letimbro sono esondati in diversi punti, provocando disastri a Cairo Montenotte (nella foto in apertura, da pagina Facebook di Limet), Savona (in particolare la zona di Santuario). Molte strade sono state chiuse perché impraticabili a causa dei numerosi allagamenti. A Quiliano è crollato un ponte in via Tecci. Uscito anche il torrente Erro, causando danni soprattutto a Pontinvrea, Giusvalla, Altare, Ferrania, Mallare, Pallare.

Forti danni anche alle aziende agricole e agli allevamenti (ne abbiamo parlato qui).

Per quello che riguarda la viabilità, è stato riaperto alle prime luci dell’alba con scambio di carreggiata il tratto di A26 tra Ovada e Masone chiuso ieri per uno smottamento. Riaperto anche il casello di Masone in entrambe le direzioni dopo alcune verifiche tecniche.

Resta sospesa la circolazione dei treni sulla linea Genova-Ovada-Acqui Terme interrotta ieri a causa dell’innalzamento del livello del fiume Stura che aveva raggiunto i livelli di guardia. Lo si legge in una nota di Rfi. Resta anche chiusa al traffico ferroviario la tratta Savona-San Giuseppe sulle linee Savona-Torino e Alessandria-Savona. I treni Torino-Savona e Fossano-San Giuseppe fanno dunque ancora capolinea a Ceva mentre i collegamenti Alessandria-Savona si fermano a San Giuseppe. Resta il servizio bus tra Ceva-San Giuseppe e Savona. Trenitalia ha organizzato un bus da Acqui per Ovada e da Genova per Ovada ma la situazione delle strade nella zona tra Liguria e Piemonte è ancora critica.

È temporaneamente chiuso il tratto lungo la strada statale 35 Dei Giovi, nel Comune di Ronco Scrivia, in entrambe le direzioni, a causa di una frana nell’area metropolitana di Genova. Sul sito stradale sono caduti fango e detriti. Chiuso, sempre per frana e sempre nel genovese anche un tratto della statale del Turchino, in entrambe le direzioni. Lo si legge in una nota dell’Anas. Sul posto sono presenti il personale di Anas e le Forze dell’Ordine per consentire le operazioni di ripristino e della normale transitabilità appena possibile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.