Le Borse europee avviano l’ultima seduta settimanale poco mosse: Parigi sale dello 0,14%, Londra +0,22%, piatta Francoforte (-0,05%). Poco mossa anche la Borsa di Milano: il primo indice Ftse Mib segna un +0,12% a 26.023 punti. Sul fronte asiatico, chiude in netto rialzo Tokyo (+1,34%).

Gli investitori restano in attesa dei dati sul mercato del lavoro negli Stati Uniti. Il dato, secondo gli analisti, potrebbe influenzare le prossime mosse della Federal Reserve sul fronte degli acquisti di asset. Fari puntati sull’andamento dei rendimenti dei bond governativi, in particolare quelli Usa. Resta alta l’attenzione sui prezzi delle materie prime, in particolare petrolio e gas, e la loro incidenza sulla ripresa economica globale.

A Piazza Affari in evidenza i petroliferi: Saipem (+2,66%) ed Eni (+1,81%). Bene anche Tenaris (+1,64%). Perdono terreno Stm (-2,45%), Nexi (-1,90%) e Inwit (-1,43%).

Lo spread tra Btp e Bund tedesco apre a 104 punti. Il rendimento del decennale italiano è in lieve rialzo allo 0,87.

I cambi: l’euro scambia a 1,115 dollari. La sterlina britannica scende dello 0,15% a 1,359. In Asia lo yen passa di mano a 111,9 (+0,23%).

Torna a salire il prezzo del petrolio che si avvicina alla soglia degli 80 dollari. Il greggio Wti del Texas quota 79,5 dollari con un aumento dell’1,58% mentre il Brent del Mare del Nord scambia a 83,1 (+1,43%).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.