Il consiglio regionale della Liguria ha approvato il piano triennale degli interventi in materia di emigrazione 2021-2023.

«Favorire la diffusione delle tradizioni liguri nel mondo, sostenendo i nostri emigrati, è un obiettivo centrale della nostra amministrazione − spiega in aula l’assessore all’Emigrazione della Regione Andrea Benveduti − Con questo documento, intendiamo dare continuità alle linee progettuali precedentemente avviate, sia per quanto riguarda la promozione culturale, economica e turistica della Liguria, sia per quanto riguarda gli interventi di solidarietà e quelli finalizzati al rientro e all’insediamento nel territorio regionale».

In attuazione degli interventi previsti dall’art. 2 della legge regionale 3/2020, il piano triennale, che ha ricevuto il parere favorevole della Consulta regionale dei liguri del mondo, impegna l’amministrazione a favorire un’efficiente rete di collaborazione con le associazioni dei liguri nel mondo, in modo da porre un sempre più efficace coinvolgimento delle comunità residenti all’estero alle politiche regionali di promozione e internazionalizzazione delle imprese e dei prodotti.

«Abbiamo ritenuto necessario, anche alla luce dei cambiamenti in atto − aggiunge Benveduti − dare maggiore centralità alle 21 associazioni liguri presenti all’estero, considerando come prioritari interventi che sostengano oltre confine le nostre radici storiche, attraverso la promozione di prodotti e lo sviluppo di attrattive turistiche e culturali».

Alla realizzazione delle attività potranno partecipare, attraverso accordi e in sinergia d’azione, anche altri soggetti istituzionali o privati, così da perseguire una strategia di ottimizzazione della spesa, anche applicando il criterio del cofinanziamento.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.