Il Porto Antico di Genova accoglie i lavori del 43esimo congresso nazionale dell’Andaf, l’Associazione nazionale dei direttori amministrativi e finanziari.

“Un Ponte tra passato e futuro. Cfo: next generation “sostenibile”, è il titolo dell’edizione di quest’anno, che ritorna in presenza e che verrà inaugurata oggi pomeriggio, giovedì 16 settembre, ai Magazzini del Cotone. Interverranno le principali autorità locali sull’importanza dello Stato e sul ruolo cruciale delle istituzioni nella gestione di eventi complessi, come la pandemia e la ricostruzione del Ponte San Giorgio.

I lavori congressuali proseguiranno il 17 e il 18 settembre con esponenti del governo nazionale e del mondo accademico e scientifico che, insieme a top manager di primarie aziende, rifletteranno su temi di grande attualità. Si parlerà di sostenibilità – ambientale, sociale, politica e anche finanziaria – e di come gestire le ingenti risorse messe in campo dal Recovery Plan affinché l’Italia sappia mettere a frutto questa importante opportunità.

Un’occasione e una sfida al tempo stesso, che vede direttamente coinvolti i cfo, protagonisti e artefici di questo cambiamento, da affrontare con competenza, visione e coraggio. Un’evoluzione che inevitabilmente passa per i temi del Lavoro, i cui modelli sono stati e saranno ripensati, dell’energia, perché il percorso della transizione energetica è strategico per il raggiungimento degli obiettivi che il Next Generation EU richiede, e dell’innovazione, fondamentale per tutti i suoi ambiti di applicazione all’interno delle imprese.

Per il presidente di Andaf e cfo di Terna, Agostino Scornajenchi, «l’appuntamento a Genova rappresenta una grande occasione per ritrovarsi finalmente insieme, nella storica e gloriosa città ligure che ha dato ancora una volta una grande prova di resilienza, efficienza e determinazione, mostrando al Paese intero cosa è possibile realizzare facendo leva sui principi di comunità e responsabilità. Valori che ispireranno il dibattito del 43esimo Congresso nazionale di Andaf. Immaginare, progettare, eseguire e controllare le opere necessarie alla ripresa sarà la sfida di questi anni. Sfida che vedrà la categoria dei cfo al centro della scena per costruire un ponte sul futuro, come recita il titolo del nostro convegno. Un futuro in cui sarà centrale il tema della sostenibilità, che richiederà l’adozione di nuovi strumenti di valutazione, garantendo equità ed etica nel valutare gli impatti ambientali. Un processo impegnativo ma che – non ho dubbi – ancora una volta vedrà la nostra comunità protagonista».

Clicca qui per il programma del convegno

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.