Chiusura in calo per le Borse europee, frenate dall’andamento incerto di Wall Street dopo la pubblicazione dei dati sul lavoro Usa, giudicati deludenti. L’economia americana ha creato in agosto 235.000 posti di lavoro, sotto le attese degli analisti che scommettevano su 732.500. Il tasso di disoccupazione è sceso al 5,2% dal 5,4% di luglio. Il Cac 40 di Parigi segna – l’1,08%, il Dax 30 di Francoforte -0,37% il Ftse 100 di Londra -0,36%, l’Ibex 35 di Madrid -1,31%, il Ftse Mib di Milano -0,64%.

Lo spread Btp/Bund si è attestato sui 106 punti (-0,64%).

A Piazza Affari Unicredit netto rialzo di Unicredit (+0,65%), mentre Diasorin (+0,45%) e Stellantis (+0,04%) si mantengono positive all’indomani di rialzi consistenti. In coda Moncler (-1,46%), a conclusione di una seduta negativa per il settore del lusso in Europa.

In calo il petrolio, dopo l’accelerata della seduta precedente: il Wti ottobre cala dello 0,57% a 69,35 dollari al barile, il Brent di pari scadenza dello 0,16% a 72,95 dollari.

Sul valutario, l’euro passa di mano a 1,1885 dollari (1,188 in avvio e 1,1867 ieri a fine seduta) e vale 130,34 yen (130,67 in apertura e 130,52 ieri), mentre il rapporto dollaro/yen è a 109,65.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.