Apertura in calo per la Borsa di Milano. L’indice Ftse Mib cede lo 0,25% a 26.011 punti. In lieve i bancari con Bper Banca migliore del listino (+1,23%). In calo Terna (-1,9%) e Snam (-1,82%).

Apertura in calo per le principali Borse europee. Parigi cede lo 0,39% a 6.675 punti, Londra lo 0,06% a 7.078 punti e Francoforte lo 0,52% a 15.562 punti.

Si sono mosse in ordine sparso le principali borse asiatiche con la crisi del colosso Evergrande (-10,9% a 2,38 dollari di Hong Kong) non ancora risolta, ma un clima diffuso di fiducia nella ripresa. Positiva Tokyo (+2,06%).

Si attendono gli interventi pubblici del presidente della Fed Jerome Powell e di altri due membri del Fomc. In arrivo la fiducia delle imprese e dei consumatori in Italia e l’indice Ifo dalla Germania.

Prezzo del petrolio in rialzo sui mercati dove torna a superare la soglia dei 73 dollari al barile. Il greggio Wti del Texas passa di mano a 73,47 dollari con un aumento dello 0,23%. Il Brent del Mare del Nord sale a 77,5 dollari.

Apertura stabile per l’euro sui mercati: passa di mano a 1,173 dollari. L’euro-yen è in lieve rialzo a 129,7255 (+0,18%).

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto in lieve aumento e ora è a 100 punti base. Il rendimento è a +0,77%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.