La Borsa di Milano apre poco mossa. Il primo Ftse Mib segna un +0,07% a 25.947 punti e anche durante i primi scambi non accelera. Nel listino principale Banca Generali guadagna l’1,49%, Diasorin l’1,07%. In calo Moncler (-1,24%).

Le Borse europee hanno aperto deboli. In avvio Parigi registra un -0,07% con il Cac 40 a 6.672 punti. Francoforte registra un -0,02% con il Dax a 15.697 punti. Londra cede lo 0,23% con il Ftse 100 a 7.051 punti.

Borse asiatiche contrastate, con Tokyo positiva (+0,73%) e il Nikkei sui massimi in 31 anni, sostenuto dall’ottimismo sui progressi in corso della campagna vaccinale anti Covid, confortati dalle aspettative di una maggiore stabilità politica nel Paese.

Oggi in asta i titoli di Stato italiani a 3, 7 e 30 anni, dalla Gran Bretagna sono attesi i dati sul mercato del lavoro a luglio. In arrivo l’inflazione americana, attesa in crescita del 5,3% ad agosto, dopo il +5,4% di luglio.

Anche l’avanzata di un nuovo uragano che minaccia il Golfo del Messico incide sul prezzo del petrolio con il greggio Wti che raggiunge quota 71 dollari al barile con un aumento dello 0,78%. Sale anche il Brent dello 0,73% superando così i 74 dollari al barile a quota 74,05.

Nei cambi partenza stabile per l’euro nei confronti del dollaro con la moneta unica europea che passa di mano a 1,1813 (1,1808 ieri sera alla chiusura di Wall street) .
Sullo yen l’euro è in calo a quota 130,01.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto a 100 punti base per poi risalire a 102. Il rendimento è a +0,69%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.