Banca Carige dona 55 mila mascherine chirurgiche a Music for Peace, l’Organizzazione della società civile, riconosciuta dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione alla Sviluppo, partita da Genova per “aiutare e sensibilizzare sul tema della solidarietà”.

Il presidente e fondatore, Stefano Rebora, dopo un lungo percorso professionale nel mondo dell’entertainment, ha avuto l’intuizione di partire dalla musica, che diverte e unisce, coinvolgendo artisti, istituzioni, imprese per portare aiuti concreti alle famiglie in difficoltà, non solo del territorio genovese, ma via via in quelle parti del mondo più colpite da povertà, carestia, guerra.

Le mascherine sono state consegnate dal chief operations officer di Banca Carige, Paolo Sacco, al presidente. Una parte della donazione andrà alle famiglie indigenti e ai senza fissa dimora della città di Genova, che Music for Peace sostiene con distribuzione di viveri, medicinali, servizi di assistenza medica e psicologica, disponibilità di spazi per lo studio e il divertimento. Un’altra parte delle mascherine verrà inviata in Sudan e a Gaza. L’organizzazione opera in territori caratterizzati da povertà e guerra da oltre vent’anni, aree in cui conduce interventi di emergenza tramite l’impegno diretto dei propri volontari, che distribuiscono in prima persona i materiali.

La donazione si inserisce nel più ampio rapporto di collaborazione tra Banca Carige e Music for Peace, anche in funzione del recupero di un importante spazio, precedentemente abbandonato e oggi sede di Music for Peace, nel centro dell’elicoidale di Sampierdarena e precisamente in via Balleydier. L’area negli anni è stata costantemente ristrutturata e resa vitale per accogliere i cittadini più fragili, educare alla condivisione, intrattenere i più giovani perché si impegnino per un futuro migliore.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.