«Prima vittoria nella nostra class action contro Autostrade. Ad agosto avevamo chiesto che ci venisse consegnata tutta la documentazione che aveva portato alla condanna di Autostrade da parte del Garante sulla Concorrenza: cinque milioni di euro perché ‘la società non ha adeguato né ridotto il pedaggio nei tratti in cui si registrano critiche e persistenti condizioni di fruibilità del servizio autostradale con lunghe code e tempi di percorrenza elevati, causati dalle gravi carenze da parte della società nella gestione e nella manutenzione delle infrastrutture che hanno richiesto interventi straordinari per la messa in sicurezza».

Lo annuncia il consigliere regionale Ferruccio Sansa.

«Si tratta di materiale essenziale per la nostra class action – commenta Sansa – Centinaia di pagine di dati e informazioni su traffico e pedaggi. Le avevamo chieste il 4 agosto. Ma Autostrade, che dopo il disastro del ponte Morandi dichiara di volere la massima trasparenza, si era opposta. Il Garante ci ha dato ragione: abbiamo diritto a quei documenti che ci sono già stati consegnati».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.