UniCredit ha sottoscritto un minibond da 4 milioni di euro emesso da Fratelli Carli, storica azienda olearia ligure.

L’innovativa operazione, della durata di 5 anni, è legata al raggiungimento da parte dell’azienda di specifici obiettivi in ambito esg, inerenti alla sostenibilità delle linee di prodotto e all’energia elettrica approvvigionata da fonti rinnovabili.

Contestualmente al minibond, è stata negoziata dalle parti anche una copertura che, oltre a permettere all’azienda di mitigare il rischio derivante dall’aumento dei tassi di interesse, introduce un meccanismo di riduzione del tasso fisso dell’operazione collegato anch’esso agli obiettivi esg.

«La sottoscrizione del minibond emesso da Fratelli Carli è un’operazione di una portata innovativa straordinaria per almeno due ragioni − dichiara Luca Milanesi, responsabile Imprese Nord Ovest di UniCredit Italia − da un lato ci permette di dare ulteriore concretezza alla volontà di UniCredit di promuovere lo sviluppo di un futuro economico sostenibile per il Paese, supportando una realtà imprenditoriale esemplare sotto il profilo della sostenibilità̀; dall’altra il nostro intervento si realizza con uno strumento finanziario che permette all’azienda di differenziare le proprie fonti di finanziamento».

Le risorse finanziarie rivenienti dal prestito obbligazionario saranno utilizzate da Fratelli Carli per proseguire con nuovi investimenti il percorso iniziato nel 2010 e che l’ha portata all’ottenimento della certificazione B Corp, prima realtà produttiva italiana. Proprio in virtù dei risultati conseguiti in questi anni nell’ambito della sostenibilità, l’azienda di Imperia ha acquisito recentemente anche la forma giuridica di Società Benefit, cioè di realtà che integra nel proprio oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sull’ambiente.

«È con grande soddisfazione che cogliamo questa opportunità che arriva da un percorso iniziato tanti anni fa, quello dello Sviluppo Sostenibile, ma che sarà parte della nostra identità di azienda e di marca per sempre − osserva Carlo Carli, direttore generale di Fratelli Carli − Abbiamo deciso di continuare ad investire sul nostro territorio, sia a livello italiano che locale, ed essere supportati in questo da partner innovativi e lungimiranti ci dà la spinta per fare sempre di più».

Fratelli Carli, dopo oltre un secolo di vendite dirette al consumatore che strategicamente hanno rappresentato l’asset distributivo principale, da dieci anni ha iniziato un percorso omnicanale con l’apertura di una propria catena di Empori. L’azienda ligure conta oggi poco meno di 400 dipendenti, circa un milione di clienti (600mila circa in Italia e 400mila tra Francia, Austria, Germania, Svizzera e Stati Uniti) e ha chiuso il 2020 con un giro di affari di circa 160 milioni di euro.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.