Il nuovo ospedale del ponente genovese sulla collina di Erzelli si farà e la Regione Liguria stanzierà le risorse per l’acquisto delle aree, ora di proprietà di Ght, nel bilancio del 2022. Lo ha spiegato il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti, intervenuto nell’aula del consiglio regionale in risposta all’opposizione.

«La Regione Liguria – ha spiegato Toti – ha confermato anche in sede governativa, pochi giorni fa, l’intenzione di usare l’area di Erzelli per la realizzazione del nuovo ospedale del Ponente a Genova nell’ambito dei progetti del Pnrr: abbiamo presentato la proposta di costruire su quella collina un Irccs a indirizzo tecnologico, il primo in Italia. Ci siamo confrontati su questo con Palazzo Chigi e i ministeri degli Affari Regionali, della Salute e dell’Economia».

Se non arrivassero i soldi da Roma «per la costruzione dell’ospedale di Erzelli, ha aggiunto Toti, «potremmo scegliere tra alcune formule: una potrebbe essere la costituzione di un’azienda ospedaliera autonoma assieme all’ospedale Villa Scassi, un’altra il partenariato pubblico-privato che potrebbe impegnare il privato nell’acquisto delle aree e nella costruzione, risparmiando i soldi pubblici stanziati nella precedente gara, andata deserta».

«Impegnare oggi quei soldi per comprare un’area, non sapendo ancora quale sarà la formula di copertura dei costi di quell’ospedale – ha concluso Toti – mi sembra che non abbia molto senso. Impiegheremo le somme necessarie nel prossimo bilancio del 2022, sperando di avere risorse anche dal governo».

 

 

 

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.