«Concordo con quanto detto al Meeting di Rimini dal ministro Patrizio Bianchi. Gli insegnanti che si faranno trovare senza green pass all’inizio dell’anno scolastico andranno sospesi».

Anche il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti sposa la linea del ministro dell’Istruzione: «Non possiamo certo far riaprire le scuole in didattica a distanza o lasciare a casa i ragazzi dall’università. I giovani sono quelli che oggi stanno rispondendo con maggiore coerenza ed entusiasmo alla campagna di vaccinazione e ci aspettiamo lo stesso atteggiamento responsabile dagli insegnanti».

Toti invita il governo a scegliere se optare per un obbligo vaccinale diretto o indotto: «Mettiamo il green pass sui mezzi pubblici, su qualsiasi tipo di
negozio, per ogni cosa della vita civile. Non vedo perché un lavoratore vaccinato debba essere costretto a convivere con un non vaccinato oppure un insegnante vaccinato debba partecipare alle riunioni didattiche con insegnanti e personale non vaccinato».

Da oggi proprio gli insegnanti e i ragazzi tra i 12 e i 18 anni potranno vaccinarsi senza prenotazione in tutte le Asl della Liguria.

«In vista degli esami di riparazione e della riapertura dell’anno scolastico mi aspetto una grande risposta da parte di chi ancora non ha provveduto ad aderire alla campagna. A oggi, la percentuale di operatori della scuola vaccinati in Liguria è superiore alla media nazionale con quasi il 92% degli insegnanti che ha ricevuto almeno una dose. È l’ora di accantonare la Dad e permettere ai ragazzi di ritornare alla didattica in presenza, così importante anche per la loro socialità».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.