La giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche Socio-Sanitarie Ilaria Cavo, ha deliberato lo stanziamento di 3.340.000 euro per la continuità dei servizi relativamente agli interventi per la non autosufficienza, a titolo di quota integrativa per il 2021 legata al Fondo nazionale per le non autosufficienze.

«Con questo provvedimento – sottolinea Cavo – incrementiamo la disponibilità economico-finanziaria del settore per il sostegno a casa di persone con gravissima e grave disabilità che ora ammonta, per quest’anno, ad oltre 34 milioni di euro. L’obiettivo della misura appena approvata è finalizzato a sostenere la persona e la sua famiglia nel proprio domicilio anche con l’acquisto di servizi di cura e di assistenza domiciliare”.

Il provvedimento assegna una parte della cifra, pari a 269.559 euro, al progetto  Meglio a casa:

«Questo percorso creato nella nostra regione – continua Cavo – ha dimostrato la sua efficacia con una richiesta crescente da parte dei cittadini liguri, attirando l’attenzione del Ministero che presto estenderà il progetto a livello nazionale. Si tratta dell’integrazione tra ospedale e territorio evitando il prolungamento di ricoveri impropri. Con Meglio a casasi attivano prestazioni di assistenza tutelare a domicilio al paziente in dimissione protetta. Per un mese avrà così una figura che lo assisterà gratuitamente a casa”. Lo stanziamento della somma viene assegnato ai comuni capofila di Distretto delle Conferenze dei sindaci di Asl sulla base dell’andamento delle domande sul territorio e dei progetti attivati ai fini di garantire continuità e turn over.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.