Avvio di seduta fiacco per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in flessione dello 0,09% a 25.906 punti. Giù anche le Borse di Francoforte (-0,22%) e di Londra (-0,24%), mentre Parigi apre intorno alla parità.

Giornata difficile per le Borse asiatiche, che scontano i timori per gli impatti sull’economia della diffusione della variante Delta e la stretta regolatoria in Cina, a cui si aggiungono i malumori per la prossima riduzione degli aiuti da parte della Fed. Tokyo ha chiuso in calo dell’1%, Seul arretra dell’1,2%, Hong Kong dell’1,8%, Shenzhen e Shanghai del 1,5%.

A Piazza Affari variazione lievemente positiva sul listino principale solo per Intesa Sanpaolo ed Enel, mentre perdono terreno in avvio Campari (-1,45%), Nexi (-1,28%), Moncler (-1,24%) e Stellantis (-1,13%).

Petrolio in lieve recupero sui mercati dopo i cali di ieri legati ai timori nati dalle indicazioni della Fed che si prepara al ritiro del suo maxi programma di acquisto titoli. Il Wti viene scambiato a 63,98 dollari al barile (+0,46%), il Brent a 66,64 dollari (+0,29%).

I cambi: apertura stabile per l’euro, scambiato a 1,1686 dollari (+0,09%). Stabile anche il dollaro a quota 109,7 yen (-0,04%).

Lieve calo per lo spread Btp-Bund che in avvio di giornata segna quota 104,3 punti rispetto ai 106 toccati ieri. Il rendimento è allo 0,549%.

Oro in lieve crescita: è trattato a 1.786,92 dollari l’oncia in rialzo dello +0,37%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.