Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di messa in sicurezza del rio Maltempo, il torrente che attraversa il quartiere genovese di Certosa per sfociare nella sponda sinistra del Polcevera.

Il rio, che nel suo tratto intermedio passa sotto via Piombelli, ha provocato uno sfondellamento della volta nel tratto sottostante il marciapiede, all’altezza del civico 12.

Preso atto della situazione di rischio che si è venuta a creare, il Comune e Aster si sono attivate per il ripristino in sicurezza della tombinatura sottostradale.

A oggi, da parte di Aster, è in corso di cantierizzazione il primo lotto di lavori che interessano il tratto compreso tra il civico 12 di via Piombelli e l’ingresso del parcheggio di via Palli, nella parte a monte del rio Maltempo.

L’intervento, preceduto dal tracciamento della segnaletica orizzontale per consentire il doppio senso di marcia del sottopasso di via Tasso, è suddiviso in tre fasi: scoperchiamento del rio; rinforzamento dei due muri laterali della tombinatura (le cosiddette “spalle”); rifacimento della soletta sovrastante.

La conclusione del primo lotto di lavori è prevista per fine ottobre, quando sarà già stato deciso come rendere compatibile il cantiere del secondo lotto di lavori con quello della metropolitana, che sarà allestito in piazza Palli (lato via Piombelli) e che si svilupperà per circa un terzo della piazza stessa, andando a interessare anche il sottopasso di via Tasso.

Quest’ultimo sarà interessato dai lavori di completamento del rifacimento della spalla a monte e del controtunnel pedonale che inizieranno non appena Rete Ferroviaria Italiana (RFI) avrà terminato quelli di propria competenza, che interessano il medesimo manufatto.

Con il secondo lotto di lavori, sempre a cura di Aster, si renderà necessario intervenire al di sotto del piano strada. Ciò comporterà il restringimento della carreggiata con la conseguente limitazione alla circolazione lungo via Piombelli, nel tratto compreso fra il sottopasso ferroviario e il parcheggio di via Palli, il quale fungerà da “bypass” per il transito dei mezzi.

Sull’area in questione, nei prossimi mesi, andranno a gravitare in tutto tre cantieri contemporaneamente. I primi due, già avviati, a cura di Aster (tombinatura) e Rfi (rinforzo dei sottopassi) e il terzo, non ancora temporizzato, previsto nell’ambito del progetto di prolungamento della metro e finalizzato alla realizzazione della nuova stazione di Canepari.

«Con questi lavori – dichiara l’assessore al bilancio e ai lavori pubblici Pietro Piciocchi – andiamo a mettere in sicurezza una porzione importante del quartiere di Certosa e della val Polcevera. Si tratta di un intervento che, insieme ad Aster, abbiamo convenuto di dividere in due fasi al fine di ridurre al massimo i disagi per la cittadinanza e, in particolare, per chi vive nella zona. L’adeguamento idraulico, la pulizia e, come in questo caso, le tombinature dei rivi che attraversano Genova, sono parte integrante della strategia di prevenzione e monitoraggio che stiamo portando avanti come amministrazione per costruire una città sempre più sicura e al riparo dagli eventi alluvionali che l’hanno colpita nel recente passato».

«La direzione mobilità del Comune – commenta l’assessore alla mobilità integrata Matteo Campora – ha lavorato fianco a fianco con Aster e Rfi per rendere questi lavori il meno possibile impattanti sulla viabilità del quartiere di Certosa e di tutta la val Polcevera. La stessa logica ispirerà l’organizzazione del secondo lotto di lavori e degli altri cantieri che interesseranno la zona, compresi i lavori di prolungamento della metropolitana da Brin a Canepari, in coordinamento con l’assessorato ai lavori pubblici e tutti gli altri enti coinvolti».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.