Ebit, la società del Gruppo Esaote specializzata nel settore dell’Information Technology Medicale, in occasione del Congresso Nazionale dell’Associazione Medici Cardiologi Ospedalieri – Anmco, a Rimini dal 26 al 28 agosto, presenta Suitestensa RemoteCare, il nuovo sistema di telemonitoraggio che consente di gestire a 360 gradi, da remoto, i pazienti cardiopatici.

Attraverso un’interfaccia dedicata al medico e un kit di sensori personalizzato a seconda dei parametri da tenere sotto controllo, il paziente può essere monitorato dal momento del suo “arruolamento”, per tutto il tempo necessario, fino alla redazione del referto di chiusura, che andrà a completare la sua storia clinica.

In particolare, il sistema di telemonitoraggio è composto da un kit di dispositivi – saturimetro, glucometro, Ecg3 Lead, spirometro, bilancia, termometro, sfigmomanometro – integrati attraverso bluetooth con una piattaforma applicativa per la misura dei parametri, da uno smartphone dotato di connettività internet tramite rete mobile e da un hub che raccoglie i dati rilevati dai dispositivi e li invia alla piattaforma Suitestensa a cui accede il personale sanitario.

Questo nuovo modulo, messo a punto da Ebit, nasce da una consolidata esperienza nella gestione delle refertazioni e dalla ricerca e creazione di soluzioni che possano incrementare l’efficienza dell’assistenza sociosanitaria tradizionale attraverso la gestione del paziente a distanza.

RemoteCare integra servizi di telemonitoraggio, telemedicina e teleassistenza che determinano il controllo e il coinvolgimento del paziente nel proprio processo di cura, supportando il medico cardiologo a identificare tempestivamente, attraverso l’invio di alert, problematiche cliniche, a mettere in atto un precoce intervento terapeutico e a ridurre il rischio di scompensi. Il sistema garantisce inoltre una continuità assistenziale ai pazienti a domicilio, attraverso l’accesso costante ai parametri monitorati e ai loro trend.

«La recente emergenza sanitaria ha accelerato i processi di innovazione in ambito di telemedicina, estendendo la pratica tradizionale oltre gli spazi fisici abituali, riducendo gli accessi agli ambulatori per salvaguardare soprattutto le fasce d’età più a rischio ed i pazienti cronici, mantenendo il più possibile il processo di cura del paziente al domicilio. Stiamo entrando – dichiara Claudio Bedini, Marketing Manager di Ebit – in una nuova era di cure assistenziali in cui sarà fondamentale che le strutture ospedaliere mantengano la centralità ed il controllo dell’intero processo».

«Con Suitestensa RemoteCare – aggiunge Sandro Ubbiali, product planning manager – Ebit, forte del proprio know-how in ambito ospedaliero, amplia la propria offerta estendendola anche sul territorio, con l’obiettivo di costituire una piattaforma di telemedicina fortemente integrata con i processi ospedalieri ed incentrata sulla storia clinica del paziente».

Ebit, Gruppo Esaote

Ebit è la società del Gruppo Esaote specializzata nell’information technology medicale attraverso la progettazione, lo sviluppo, la distribuzione e la vendita di sistemi per la gestione dell’imaging diagnostico sul mercato nazionale e internazionale. La piattaforma Ebit garantisce l’amministrazione trasversale del dato, legandolo ad una gestione verticale dei processi diagnostici in radiologia, interventistica, medicina nucleare, radioterapia, cardiologia (emodinamica, ecocardiografia, elettrofisiologia, Ecg, check-up), cardiochirurgia con un approccio “paziente-centrico” di prevenzione, diagnosi, terapia, trattamento e follow up.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.