Si sono concluse durante lo scorso fine settimana le riprese dei luoghi della Liguria che faranno parte del video promozionale dell’Italia a Expo Dubai, in programma dall’1 ottobre 2021 fino al 31 marzo 2022.

La troupe del premio Oscar Gabriele Salvatores ha filmato le bellezze di Dolceacqua, dell’Abbazia di San Fruttuoso e di Palazzo Reale di Genova: tre siti di rilievo che rappresenteranno la Liguria all’evento di Dubai dove il Padiglione Italia avrà come titolo “La Bellezza unisce le Persone”.

Il video della Liguria sarà proposto nella sezione “Belvedere” insieme ai luoghi suggestivi delle altre regioni italiane documentati con telecamere e droni in grado di riprendere a 360 gradi le ricchezze culturali, paesaggistiche e storiche del territorio.

La Liguria parteciperà al prossimo Expo Dubai in particolare nella settimana in cui, parallelamente a Expo, si tiene anche il “Dubai International Boat Show“: il comparto legato alla nautica è uno dei principali asset economici del territorio e i principali cantieri liguri saranno presenti a Dubai con le loro produzioni.

«Con la presenza nel Padiglione Italia – afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – intendiamo sottolineare la nostra partecipazione da protagonisti al grande racconto collettivo del Paese, incentrato sulla sua bellezza. La nostra attenzione sarà focalizzata in particolare sul tema della nautica per rappresentare e sostenere la nostra presenza nella blue economy in un’area strategica del mercato mondiale. La presenza della Liguria è quindi il segno della forte volontà della nostra regione di mettersi alle spalle una stagione decisamente più difficile di altre, per costruire una nuova e per certi versi inedita fase di crescita e di sviluppo».

L’esposizione internazionale sarà quindi una vetrina per la Liguria che potrà presentarsi al meglio nel mercato asiatico anche per il comparto turistico di qualità. «Come Liguria – afferma l’assessore al Turismo Gianni Berrino – abbiamo aderito perché riteniamo l’Esposizione Universale di Dubai, la prima in un Paese arabo, una grande opportunità anche per lanciare la nostra regione verso nuovi mercati turistici: l’obiettivo è quello di dare una connotazione ancor più internazionale a un comparto strategico per l’economia e l’occupazione della nostra regione».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.