Nel 2021 l’edilizia ligure segna un +20% di addetti e massa salari.

«È l’unico settore che non si è fermato neppure  durante il lockdown e il primo a dare segnali di una ripartenza vera – spiega Federico Pezzoli, segretario generale Fillea Cgil Genova e Liguria – tra le grandi opere e l’ecobonus del 110%  stimiamo altri mille posti di lavoro in tutto il territorio, numeri da boom economico. Ci sono potenzialità enormi considerando che ogni lavoratore edile vale altre quattro assunzioni nell’indotto».

In Liguria gli addetti dell’edilizia sono 15 mila, 10 mila su Genova.

I sindacati unitariamente hanno richiesto il rinnovo del contratto provinciale, scaduto e non ancora rinnovato che ha portato allo stato di agitazione.

«Abbiamo bisogno di attirare i giovani − dice Pezzoli − serviranno operai e tecnici qualificati per le sfide dei prossimi anni e, con il nuovo contratto provinciale, chiediamo anche di reintrodurre il bonus che era stato eliminato durante gli anni della crisi».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.