Trasformare un piccolo borgo dell’entroterra savonese in un polo di attrazione turistica grazie a un progetto di valorizzazione che parte dalla cultura di quel territorio. Tutto questo è Discover Balestrino, presentato oggi in sala Trasparenza di Regione Liguria a Genova alla presenza degli assessori alla cultura Ilaria Cavo e al turismo Gianni Berrino.

Sviluppato con il sostegno della Regione e il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo, il progetto di marketing territoriale punta entro l’autunno a offrire per il piccolo borgo una serie di proposte in grado di attrarre visitatori attraverso le tradizioni, la storia e la biodiversità di una realtà che, situata nell’entroterra di ponente della provincia di Savona, presenta alcune peculiarità.

Dai prati di Groa alla foresta dell’Erexea, dal sentiero delle Terre Alte al santuario di monte Croce fino ad arrivare al borgo e al castello simbolo di Balestrino. Sono molte le location che Discover Balestrino intende valorizzare. Attraverso gli stakeholder e professionisti incaricati dal Comune è stata definita una strategia di destination marketing che oltre a costruire la brand identity del Comune, caratterizzata dalla valenza culturale e dall’importanza storica del paese, vuole esaltare il fascino della Liguria dei borghi.

I progetti di questo 2021 parlano di una campagna video che attraverso le Balestrino stories racconterà tutto ciò che di unico e originale questo borgo offre: dalla pasticciera che produce l’amaretto tipico locale all’artigiano che lavora il legno d’ulivo. La campagna video porterà poi all’installazione “La sala del Volo” un luogo magico, un’istallazione permanente ospitata dentro le storiche Scuderie dove i visitatori potranno emozionarsi grazie a sorprendenti riprese in volo su Balestrino. Il progetto prevede anche un podcast, #balestrinocultura, per dare sempre maggior visibilità alla destinazione e alle esperienze che si possono vivere.

In prospettiva Discover Balestrino significa anche un Sensitive Park realizzato, una rete sentieristica esperienziale a diretto contatto con la natura che sarà pronta nel 2022 realizzata grazie anche al coinvolgimento di una rete di imprenditori per lo sviluppo del prodotto turistico.

«In un anno particolare per il nostro Paese e la nostra Regione – sottolinea Cavo – parlare di valorizzazione di un piccolo borgo attraverso un progetto che parte dai valori culturali significa poter offrire ai visitatori esperienze autentiche che valorizzino le comunità locali. Discover Balestrino può diventare un modello da proporre per tutte quelle realtà dell’entroterra ligure ricche di cultura e valori da esaltare anche nell’ottica di un Pnrr, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che a livello nazionale alla voce cultura destina una fetta importante di investimenti per incrementare il grado di attrattività turistica dei nostri borghi».

«Se da un lato la pandemia è stata un disastro per tutto il comparto turistico – dichiara l’assessore Berrino – da un certo punto di vista però permetterà lo sviluppo del turismo cosiddetto di prossimità con la scoperta di borghi poco conosciuti e non previsti dai classici itinerari. Il progetto presentato oggi rientra in quest’ottica: Balestrino è un piccolo Comune dell’entroterra savonese ma che nasconde luoghi splendidi come gli antichi monumenti del paese o le vallate, i boschi e i prati che circondano il suo territorio. La Liguria è questa: magnifica e desiderosa di essere scoperta».

«L’unione delle preziose eccellenze della Liguria e la determinazione che contraddistingue i liguri – dichiara Gabriella Ismarro, sindaco di Balestrino – hanno dimostrato quanto si possa sognare e ottenere se l’obiettivo è quello dell’inclusione e della collaborazione anche fra territori. Se l’entroterra saprà, sempre di più, lavorare unito e proporsi con mete che siano complementari potrà valorizzare e condividere le proprie unicità in modo da non perdere la propria eredità culturale. Discover Balestrino è un complesso e articolato progetto di valorizzazione del territorio che è in continua evoluzione e crescita e questo solo per merito delle tante persone che condividono e amano Balestrino e la Liguria. Per questo ringrazio Regione Liguria e la Fondazione Compagnia di San Paolo per il sostegno e l’attenzione dimostrata».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.